Affitto o vendita dei titoli Pac con o senza terra: le istruzioni per evitare errori

by Roberto Bartolini | Settembre 11, 2015 12:00 pm

Affitto con o senza terra

I nuovi titoli Pac all’aiuto possono essere affittati in due forme: insieme alla terra o senza la terra.

  1. Affitto con la terra: si tratta di un trasferimento temporaneo con un numero equivalente di ettari ammissibili e non è soggetto a nessun vincolo o trattenuta.
  2. Affitto senza la terra: si tratta di una novità della nuova Pac, perché nella vecchia Pac questa possibilità non era consentita. In effetti – osserva Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia – si tratta di una pura rendita a favore del possessore dei titoli e per questa ragione l’Italia ha deciso di scoraggiare questo tipo di trasferimento. Infatti i titoli dati in affitto senza che vi sia trasferimento di ettari ammissibili subiscono una riduzione del valore unitario iniziale pari al 30%, che viene riversato nella cosiddetta riserva nazionale.

Vendita con o senza terra

I titoli all’aiuto possono essere venduti in due forme: insieme alla terra o senza la terra.

  1. Vendita con la terra: si tratta di un trasferimento a titolo definitivo con un numero di equivalente di ettari ammissibili.
  2. Vendita senza la terra: si può fare e la vendita non è soggetta ad alcuna trattenuta.

Alcune accortezze operative

L’affitto dei titoli, sottolinea sempre Frascarelli, deve essere effettuato tramite un contratto di locazione annuale o poliennale e l’atto di affitto va scritto e registrato.

La vendita dei titoli nelle due forme ammesse deve essere effettuata mediante atto scritto e registrato.

I trasferimenti vanno comunicati da parte del cedente all’organismo pagatore entro 5 giorni dalla sottoscrizione allegando la documentazione.

Nei contratti di affitto e di compravendita va indicato il numero e il valore dei titoli, ma questi dati non sono ancora disponibili perché verranno comunicati da Agea solo al termine di una complessa procedura di calcolo e di controllo che ha come termine ultimo il 1° aprile 2016. Entro il 15 ottobre 2015 Agea comunicherà a ogni agricoltore il portafoglio provvisorio dei titoli e dell’importo dei pagamenti.

Mancano ancora i valori di riferimento definitivi

Quindi in mancanza di questi dati occorre trovare soluzioni provvisorie, dato che non si possono bloccare per così tanto tempo i trasferimenti.

Un aspetto importante da valutare nei calcoli

Da tenere ben presente nei trasferimenti che il valore dei titoli nella nuova Pac è molto diverso dalla Pac passata perché:

  1. I titoli riguardano solo il pagamento di base, che è pari al 58% del massimale nazionale.
  2. Il valore dei titoli cambierà in tutti gli anni che vanno dal 2015 al 2020 per effetto del meccanismo della convergenza.

Dunque gli agricoltori che vendono o che affittano i titoli devono sapere essere consapevoli:

In definitiva, il valore dei trasferimenti dovrà essere calcolato e valutato con molta attenzione per non fare errori macroscopici a danno dell’uno o dell’altro.

Source URL: http://www.ilnuovoagricoltore.it/affitto-o-vendita-dei-titoli-pac-con-o-senza-terra-le-istruzioni-per-evitare-errori/