Kverneland ad Agritechnica

Agricoltori, per le prossime semine non dimenticate l’orzo: ecco perché

Agricoltori, per le prossime semine non dimenticate l’orzo: ecco perché

Al sud 64 quintali/ha di media, con punte di oltre 70 quintali, e al nord e al centro medie di 70 e 68 quintali/ha con punte di oltre 90 quintali/ha. L’andamento climatico è stato favorevole, non c’è che dire, ma sta di fatto che da tre anni a questa parte l’orzo va forte e sta facendo mettere più di qualche euro in tasca ai nostri agricoltori italiani.

Attenzione a scegliere la giusta varietà di orzo

Come sempre, però, i risultati produttivi sono legati alle decisioni dell’agricoltore, e la prima riguarda la varietà da seminare.

Le indicazioni delle prove nazionali sono importanti ma pochi agricoltori le conoscono, quindi cerchiamo di fornire qualche indicazione varietale sulle migliori sul mercato, in vista delle semine autunnali.

Le migliori varietà di orzo per il Nord Italia

Le dieci varietà che hanno raggiunto e superato i 73 ql/ha sono:

  • MATTINA – Apsovsementi (75 ql/ha)
  • AMISTAR – Agroalimentare Sud (75 ql/ha)
  • AQUIRONE – Coseme (75 ql/ha)
  • ETINCEL – Apsovsementi (74 ql/ha)
  • LG CAPRICORN – Limagrain Italia (74 ql/ha)
  • MONROE – Sis (73 ql/ha)
  • ALIMINI – Limagrain Italia (74 ql/ha)
  • CLARICA – Agroalimentare Sud (73 ql/ha)
  • KETOS – Limagrain Italia (73 ql/ha)
  • LG ARAGONA – Limagrian Italia (73 ql/ha)

Le migliori varietà di orzo per il Centro Italia

  • LG CAPRICORN – Limagrain Italia (74 ql/ha)
  • CATALINA – Limagrain Italia (73 ql/ha)
  • LG ARAGONA – Limagrain Italia (72 ql/ha)
  • LUTECE – Semetica (72 ql/ha)
  • AMISTAR – Agroalimentare Sud (71 ql/ha)
  • IDRA – ApsovSementi (70 ql/ha)
  • MESETA – Ragt Italia (70 ql/ha)
  • ALASTRO – Apsovsementi (70 ql/ha)
  • AZZURRO – Limagrain Italia (70 ql/ha)
  • MATTINA – Apsovsementi (70 ql/ha)

Le migliori varietà di orzo per il Sud Italia

  • ALASTRO – Apsovsementi (70 ql/ha)
  • LG CAPRICORN – Limagrain Italia (70 ql/ha)
  • EXPLORA – Agroservice (67 ql/ha)
  • MARTINO – Coseme (67 ql/ha)
  • CATALINA – Limagrain Italia (67 ql/ha)
  • SIRIO – Agroalimentare Sud (67 ql/ha)
  • AZZURRO – Limagrain Italia (66 ql/ha)
  • LUTECE – Semetica (66 ql/ha)
  • IDRA – Apsovsementi (66 ql/ha)
  • ORTILUS – Ragt Italia (66 ql/ha)
Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all’Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
agricolturaorzo

Articoli correlati

La bietola è ancora regina per la redditività

I risultati di un monitoraggio svolto dai tecnici delle associazioni bieticole Anb, Cnb e Abi e coordinato da Beta mostrano

Ottima emergenza del Ludwig nel PAG di Castiglione

Il Progetto Agronomico Globale, il laboratorio agronomico a pieno campo lanciato da Kverneland nell’azienda di Alessandro Rossi a Castiglione delle

L’industria della pasta investe sul grano italiano. Ora tocca agli agricoltori fare la propria parte

Lo abbiamo scritto tante volte, ma vale la pena ripeterlo ancora: il frumento tenero e duro italiano, da semplice commodity

1 commento

Scrivi un commento
  1. Luigi Marenco
    Luigi Marenco 23 agosto, 2017, 09:05

    Nonostante nella mia azienda l’orzo dia sempre rese maggiori rispetto al frumento, per via del basso prezzo siamo molto indecisi se seminarlo, l’orzo ha a parer mio anche costi inferiori rispetto al grano ed è sicuramente molto più rustico.
    Quest’anno con l’Alimini abbiamo avuto rese di 55 ql/ha ed abbiamo a malapena coperto i costi .

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*