EM Sole, la nuova varietà di soia che farà decollare la filiera dell’alta qualità

EM Sole, la nuova varietà di soia che farà decollare la filiera dell’alta qualità

EM Sole di Sipcam Italia è una nuova varietà di soia che nel 2017 è stata seminata per la prima volta su circa 800 ettari e ha confermato quello che avevano già detto le prove di iscrizione 2014/2015 al registro nazionale delle varietà. E cioè che questa nuova soia presenta un valore proteico superiore di almeno +2,7 punti percentuali sulla media di campo, mantenendo però un’alta produttività di campo.

La Pianura Padana area d’eccellenza della soia non ogm

Così da quest’anno parte ufficialmente il progetto di filiera di Sipcam per diffondere la coltivazione sostenibile della soia e per fare dell’Italia – e in particolare della “Po Valley”, che ha condizioni di clima e terreni ideali per questa coltura – le aree d’eccellenza per la sua produzione di qualità e la sua trasformazione in alimenti altamente performanti. Tutto ciò dopo che Sipcam è stata la prima in Italia a utilizzare il “precision farming” (agricoltura di precisione) per stabilire la correlazione tra le caratteristiche del terreno e le pratiche agronomiche con la qualità (contenuto e tipologia di proteine) del raccolto.

Sensori che determinano in continuo lo stato di umidità del suolo per indicare i momenti ideali per l’irrigazione.

Questo significa, in parole semplici, applicare nella produzione di soia ciò che viene chiamato “Internet of Things” (IoT), ovvero la capacità di far dialogare diversi strumenti per raccogliere informazioni ed elaborarle per poterle usare con vantaggio economico: in questo senso, mutuando un concetto presente nell’industria, si parla di “agricoltura 4.0”.

Soia in emergenza su un terreno lavorato con il sistema strip-till, una minima lavorazione sulla fila particolarmente adatto a questa coltura.

Un utile supporto tecnologico alle decisioni degli agricoltori

«Crediamo che l’Internet of Things – afferma Piero Ciriani, direttore del business sementi di Sipcam Italia – abbia un grande potenziale in agricoltura e nella coltura della soia nello specifico: collegare e far dialogare diversi strumenti e tecnologie per fornire informazioni facilmente fruibili rappresenta un vantaggio competitivo per gli imprenditori agricoli. Utilizzando il precision farming possiamo rilevare migliaia di dati e informazioni sulla quantità e qualità dei raccolti, collegati alle caratteristiche di ogni singolo appezzamento, portando così nelle aziende agricole le informazioni e le esperienze che normalmente si ottengono nei centri di ricerca. Grazie al DDS (Decision Support System) potremo rendere queste informazioni facilmente fruibili da tutti gli agricoltori, aiutandoli a utilizzare meglio prodotti e tecniche agronomiche con l’obiettivo di armonizzare miglioramento delle produzioni e rispetto dell’ambiente».

Un bel campo di soia Sipcam su terreno in minima lavorazione.

Una nuova varietà adatta anche al regime biologico

Nelle aziende sperimentali dove Sipacm sta portando avanti l’applicazione dei nuovi percorsi agronomici, quest’anno si è visto che sia in regime convenzionale sia in regime biologico la varietà EM Sole mantiene il suo plus proteico, garantendo così una maggiore redditività per l’agricoltore. Sipcam infatti sta dialogando con una serie di trasformatori interessati ad avere disponibilità di soia italiana non ogm ad alto contenuto proteico per valorizzare produzioni di alta qualità, con organizzazioni di produttori e centri di raccolta qualificati, per proporre agli agricoltori specifici contratti di filiera.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

Sorgo: una pianta rustica, versatile e adatta ad aree non irrigue (e costa meno del mais)

Adatto a climi difficili, non avido di acqua ma soprattutto non esposto alla contaminazione da micotossine, il sorgo in Italia

Interpretare le mappe per programmare le semine del mais 2017 con dosi variabili zona per zona

La mappa del suolo che si realizza molto semplicemente con una speciale attrezzatura a slitta trainata da un Quad, le

Frumento: solo se si semina presto vale la pena spendere per la concia insetticida

Se il frumento si semina presto di solito si produce di più, ma solo a patto che la pianta sia

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*