Gelate sul mais, come valutare il danno alle piantine

Gelate sul mais, come valutare il danno alle piantine

Il ritorno di freddo dei giorni scorsi ha lasciato il segno su molte colture e tra queste non manca il mais. Il sintomo del danno da gelo, come indica una informativa trasmessa da KWS, si manifesta sul mais ai primi stadi di sviluppo come piantine “ lessate”.

Piantine di mais lessate, fotografate venerdì 9 aprile 2021.
Lo stesso campo lunedì 12 aprile. Si notano tra le foglie lessate le nuove foglioline verdi che stanno emergendo.

Cosa fare allora? Occorre osservare attentamente l’evoluzione dello stato delle piantine nei prossimi giorni e soprattutto del “punto di crescita”, come viene illustrato nello schema seguente di KWS.

Le piantine che presenteranno il “ punto di crescita” senza sintomi di necrosi saranno in gradi di riprendere lo sviluppo vegetativo, temperature in aumento permettendo. Invece le piantine che presenteranno il “punto di crescita” con necrosi, tipicamente di colore marrone, saranno definitivamente morte.

Le foglie morte colpite dal gelo potrebbero ostacolare momentaneamente la fuoriuscita delle foglie nuove.

foto di Michele Tosoni, tecnico Comab

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tags assigned to this article:
mais

Related Articles

Nuova Pac: quanto si perde?

La nuova Pac ha deciso un taglio degli attuali pagamenti diretti, ma il sacrificio non sarà uguale per tutti gli

Pac 2015-2020: Agea comunica il portafoglio dei nuovi titoli definitivi e il valore unitario nazionale

Finalmente ce l’abbiamo fatta: ogni agricoltore ora può controllare il numero e il valore dei suoi titoli definitivi Pac 2015-2020

5 agricoltori su 6 disposti a coltivare ibridi modificati con il nuovo genome editing

La rivista Terra e Vita ha condotto un sondaggio tra agricoltori e tecnici ponendo la seguente domanda: “Oggi la ricerca

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment