Gli agricoltori delle zone montane e svantaggiate avranno titoli Pac dalla riserva nazionale

by Roberto Bartolini | Febbraio 18, 2019 9:51 am

Il regolamento Omnibus ha introdotto una novità importante: gli agricoltori che operano nelle zone svantaggiate (fattispecie C e D) avranno diritto ad accedere alla riserva nazionale dei titoli Pac con il vincolo di potervi accedere una sola volta per la stessa superficie. Il fatto è importante, perché prima del nuovo regolamento le domande delle fattispecie C e D non erano accolte se il plafond era insufficiente, ma il taglio lineare di tutti i titoli ma rimesso in circolo nuove risorse.

Queste sono le tipologie di agricoltori interessati alla novità:

La domanda di accesso alla riserva nazionale prevede una superficie minima di 1 ettaro, tenendo conto degli ettari ammissibili che l’agricoltore detiene al 15 maggio di ciascun anno.

Possono accedere alla riserva nazionale gli agricoltori di età compresa tra 18 e 65 anni (18 anni già compiuti alla data di presentazione della domanda e 65 anni compiuti nell’anno di presentazione della domanda e quindi anche successivamente alla data della domanda). I titoli assegnati dalla riserva nazionale non sono vincolati, quindi possono essere ceduti a un eventuale affittuario insieme alla terra.

Ricordiamo che gli agricoltori che non detengono alcun titolo hanno diritto a ricevere dalla riserva nazionale un numero di titoli pari al numero di ettari ammissibili detenuti alla data del 15 maggio. Il principio vale anche nel caso l’agricoltore detenga già titoli e abbia necessità di altri per pareggiare il numero di ettari da dichiarare nella domanda 2019 per i quali non ha titoli.

Source URL: http://www.ilnuovoagricoltore.it/gli-agricoltori-delle-zone-montane-e-svantaggiate-avranno-titoli-pac-dalla-riserva-nazionale/