Quando funzionano i sistemi di assistenza tecnica regionale, le stalle chiudono meno

by Roberto Bartolini | Agosto 20, 2015 9:50 am

Dal 1998 al 2014 in Italia il numero di stalle di bovini da latte è sceso da 89.836 a 34.231, con una caduta del 61,90%. Il dato davvero impressionante è dell’Aral Lombardia, regione dove in 16 anni il numero di stalle aperte è passato da 11.751 a 5.869, che significa la chiusura di 5.882 allevamenti da latte.

Ma la produzione di latte aumenta

Nonostante questo, la produzione di latte in Italia è leggermente cresciuta e questo dato conferma che riescono a stare sul mercato solo allevamenti molto tecnologici, gestiti in maniera imprenditoriale e soprattutto opportunamente assistiti da enti tecnicamente preparati come l’Aral. Nella campagna aprile 2014-marzo 2015 le consegne di latte a livello nazionale hanno raggiunto gli 11 milioni di tonnellate, cioè 240 mila tonnellate in più rispetto alla scorsa campagna.

L’importanza dell’assistenza e dell’analisi critica

I dati Aral dicono anche che quando c’è assistenza tecnica la contrazione delle stalle è del 26%, ed è ancora più inferiore (19%) quando le stalle si sottopongono ai controlli funzionali. Insomma, quando c’è assistenza tecnica qualificata e quando gli allevatori imboccano la via dell’analisi critica di ciò che si fa tutti i giorni in azienda, chiudono meno stalle e questo la dice lunga sulla necessità che ha il nostro paese di servizi tecnici in campo e in stalla. Tradotto significa: meno burocrati chiusi negli uffici regionali e più tecnici qualificati che per 365 giorni all’anno diano un supporto sul campo ai nostri agricoltori-allevatori.

Source URL: http://www.ilnuovoagricoltore.it/quando-funzionano-i-sistemi-di-assistenza-tecnica-regionale-le-stalle-chiudono-meno/