Dieci attrezzature agricole per cambiare la gestione della terra e aumentare la redditività

La Società Agrievo di Casalmaggiore (Cremona), di Giampiero Aroldi e Sebastiano Bongiovanni, negli ultimi sei anni ha investito nelle attrezzature innovative di Kverneland che hanno permesso di aumentare la redditività delle colture, razionalizzare i costi e allargare il parco clienti. Nell’intervista video che potete vedere qui sopra (basta cliccare sul pulsante rosso play), Aroldi e Bongiovanni spiegano le ragioni del successo.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tags assigned to this article:
AgrievoKverneland

Related Articles

L’erpice Qualidisc sulle cover crops Viterra e nella preparazione del terreno per il mais

In occasione della giornata dedicata alle cover crops della linea Viterra organizzata lo scorso 27 aprile da Carla Import e

Kverneland CLC Pro: l’attrezzo polivalente per la minima lavorazione

Quando si dice “vedere per credere”, il detto si adatta perfettamente alla minima lavorazione del terreno ricoperto da residui colturali

Corretta miscelazione delle stoppie e taglio perfetto: l’erpice Qualidisc sui terreni aridi

La corretta miscelazione delle stoppie è una delle principali regole per un’efficace conservazione del terreno e delle sue caratteristiche. Inoltre, consentire

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment