Un PAG per la nuova PAC

Un PAG per la nuova PAC

Ci vuole un PAG per affrontare nel modo giusto la nuova PAC. Ma cos’è un PAG? Non è altro che il Progetto Agronomico Globale che ogni agricoltore deve predisporre nella sua azienda per affrontare con successo produttivo ed economico la diversificazione colturale e la sostenibilità ambientale imposte dalla PAC e dai PSR in cambio di aiuti specifici, ma anche la richiesta di prodotti sani e di qualità da parte del mercato.

Come si realizza un PAG

Ma come si fa un PAG? Si devono mettere insieme, trovando le combinazioni giuste e quindi le massime sinergie possibili, sementi, concimi, agrofarmaci, sistemi irrigui, strumenti di precisione e attrezzature. Non si può più ragionare per comparti separati, perché il buon seme deve essere deposto da una seminatrice che non sbaglia l’investimento e la profondità, perché ogni granulo di concime e ogni goccia di agrofarmaco devono andare a bersaglio e non disperdersi nell’ambiente, perché ogni litro di acqua deve essere utilizzato per intero dalla pianta e poiché il terreno è la nostra risorsa più importante e va rispettato e migliorato anno dopo anno nella sua fertilità fisica e chimica, con sistemi di lavorazione diversi dai tradizionali.

 

Il progetto in campo di Kverneland Group Italia

Per fare tutto questo dobbiamo imprimere una svolta nuova ai percorsi agronomici che mettiamo in campo e sfruttare le innovazioni tecnologiche che abbiamo a disposizione. Ecco allora che Kverneland Group Italia dalla campagna 2014/2015 scende in campo presso alcune aziende agricole con i suoi PAG, cioè i Progetti Agronomici Globali finalizzati alla dimostrazione che, implementando percorsi agronomici integrati tra i vari mezzi tecnici innovativi, è possibile aumentare le rese per ettaro e il ritorno economico grazie alla possibilità di intercettare tutti gli aiuti previsti dalla PAC e dai nuovi PSR regionali e anche dal vantaggio di portare sul mercato raccolti a tracciabilità totale.

La seminatrice pneumatica Kverneland S-Drill Pro monta una barra di semina di nuova concezione con regolazione a parallelogramma, e il sistema Accord di distribuzione pneumatica del seme che consente volumetrie da 2 a 380 kg/ha.

La seminatrice pneumatica Kverneland S-Drill Pro monta una barra di semina di nuova concezione con regolazione a parallelogramma, e il sistema Accord di distribuzione pneumatica del seme che consente volumetrie da 2 a 380 kg/ha.

Importanti partners dell’iniziativa

Il primo laboratorio PAG è stato inaugurato con la semina del frumento foraggero Ludwig in un appezzamento gestito dal contoterzista e agricoltore Alessandro Rossi a Castiglione delle Stiviere (Mantova). Si tratta di un campo di due ettari che ospita il frumento foraggero Ludwig, al quale seguiranno soia di secondo raccolto seminata su sodo, e in primavera mais e soia di primo raccolto gestite su diverse porzioni di terreno sia a minima lavorazione sia a strip till.

I partner dell’iniziativa sono Cerealtecnica per il frumento foraggero Ludwig, BayerCropScience per i programmi di diserbo e di difesa, Agrium per il piano di concimazione e Pioneer per le sementi di mais e si soia. La strategia agronomica che verrà implementata prevede la scelta di mezzi tecnici innovativi e di avanguardia per mettere le colture nelle migliori condizioni possibili perché possano esprimere il massimo del loro potenziale produttivo.

Alessandro Rossi carica la tramoggia della seminatrice con il sene di frumento foraggero Ludwig.

Alessandro Rossi carica la tramoggia della seminatrice con il sene di frumento foraggero Ludwig.

Alessandro Rossi verifica la precisione di lavoro della seminatrice che ha deposto il frumento foraggero Ludwig.

Alessandro Rossi verifica la precisione di lavoro della seminatrice che ha deposto il frumento foraggero Ludwig.

Il terreno dove ha operato la S-Drill era stato lavorato con il coltivatore Kverneland CLC direttamente su stoppie della coltura precedente.

Il terreno dove ha operato la S-Drill era stato lavorato con il coltivatore Kverneland CLC direttamente su stoppie della coltura precedente.

Kverneland Italia

Kverneland Italia

Kverneland Group è una multinazionale leader nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione di macchine e servizi per l’agricoltura.



Related Articles

Guidotti (Cai): “Agricoltori, cambiate mentalità per ritornare in utile”

Le politiche agricole per decenni, spendendo miliardi, hanno sostenuto un modello agricolo che si è rilevato perdente perché basato su:

Microcredito 2020 agricoltura: prestiti fino a 35 mila euro con garanzia Ismea

Dal 2020 è a disposizione degli agricoltori il microcredito, uno strumento nato dall’alleanza tra Ente nazionale per il microcredito, Ismea

Pac: quali sono i compiti e le responsabilità dei Caa?

Molti lettori chiedono spesso lumi circa i rapporti tra loro e i Centri di assistenza agricola (Caa), che a volte

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment