Kverneland @ Eima 2018

Agricoltori, non dimenticate il triticale: ecco le varietà consigliate per le semine autunnali

Agricoltori, non dimenticate il triticale: ecco le varietà consigliate per le semine autunnali

Il triticale dopo molti anni di gloria sembra destinato a un certo ridimensionamento, cosa non certo positiva data la generosità della pianta e le buone opportunità che offre sia in stalla sia nei digestori del biogas.

Il Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura) ha svolto delle prove di confronto varietale al nord, centro e sud Italia e ne è uscita una lista di varietà consigliate. Indichiamo di seguito le 11 varietà di triticale che in tutti e tre gli areali hanno raggiunto i migliori risultati e che quindi sono ritenute le “consigliate” per le prossime semine.

  • Agostino (Limagrain)
  • Claudius (Padana Sementi Elette)
  • Cosinus (KWS Italia)
  • Dublet (Padana Sementi Elette)
  • Kereon (RAGT Italia)
  • LG Brixon (ex Biomax) (Limagrain Italia)
  • Maximal (Novasem)
  • Orval (Apsovsementi)
  • Triamant (Padana Sementi Elette)
  • Tribeca (RAGT Italia)
  • Trimor (RAGT Italia)

La produzione media 2016/2017 registrata al nord è stata pari a 7,4 t/ha, al centro pari a 5,2 t/ha e al sud pari a 4,4 t/ha.

Teniamo conto che al nord la varietà di triticale che ha prodotto di più è Vivacio (RAGT Italia) con 8,5 t/ha. Al centro le varietà più produttive con 6,1 t/ha sono Riparo (Novasem) e Jokari (Adaglio sementi). Al sud, infine, le varietà con produzioni oltre 7 t/ha sono risultate Jokari, Trimor, Tribeca, Kereon, Riparo, Triamant, Agostino e Cosinus.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
triticale

Articoli correlati

Le nuove varietà di grano duro da provare in azienda: una finestra sull’innovazione genetica dei cereali

Chi si appresta a seminare grano duro, e saranno in pochi nella Pianura Padana ma speriamo in tanti nelle altre

La soia si conferma una coltura strategica e da reddito, ma rimane il paradosso della soia ogm

È ferma al di sotto dei 290 mila ettari di superficie nazionale, ma la soia anche nel 2016 si conferma

La semina del mais nel PAG di Castiglione delle Stiviere

Sull’appezzamento dedicato al PAG (Progetto Agronomico Globale) di Kverneland Group Italia presso l’azienda Rossi di Castiglione delle Stiviere (Mantova) si

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*