Agricoltori, non dimenticate il triticale: ecco le varietà consigliate per le semine autunnali

Agricoltori, non dimenticate il triticale: ecco le varietà consigliate per le semine autunnali

Il triticale dopo molti anni di gloria sembra destinato a un certo ridimensionamento, cosa non certo positiva data la generosità della pianta e le buone opportunità che offre sia in stalla sia nei digestori del biogas.

Il Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura) ha svolto delle prove di confronto varietale al nord, centro e sud Italia e ne è uscita una lista di varietà consigliate. Indichiamo di seguito le 11 varietà di triticale che in tutti e tre gli areali hanno raggiunto i migliori risultati e che quindi sono ritenute le “consigliate” per le prossime semine.

  • Agostino (Limagrain)
  • Claudius (Padana Sementi Elette)
  • Cosinus (KWS Italia)
  • Dublet (Padana Sementi Elette)
  • Kereon (RAGT Italia)
  • LG Brixon (ex Biomax) (Limagrain Italia)
  • Maximal (Novasem)
  • Orval (Apsovsementi)
  • Triamant (Padana Sementi Elette)
  • Tribeca (RAGT Italia)
  • Trimor (RAGT Italia)

La produzione media 2016/2017 registrata al nord è stata pari a 7,4 t/ha, al centro pari a 5,2 t/ha e al sud pari a 4,4 t/ha.

Teniamo conto che al nord la varietà di triticale che ha prodotto di più è Vivacio (RAGT Italia) con 8,5 t/ha. Al centro le varietà più produttive con 6,1 t/ha sono Riparo (Novasem) e Jokari (Adaglio sementi). Al sud, infine, le varietà con produzioni oltre 7 t/ha sono risultate Jokari, Trimor, Tribeca, Kereon, Riparo, Triamant, Agostino e Cosinus.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
triticale

Articoli correlati

Boom della soia non ogm in Italia: superati i 400 mila ettari e i 40 euro/quintale

Ci sono voluti parecchi anni e un prezzo del mais in costante flessione per convincere gli agricoltori italiani che la

Frumento foraggero Ludwig: l’alternativa economica al silomais per l’allevamento da latte di alta qualità

«Dal 2011, anno di esordio del frumento di forza Ludwig per la destinazione foraggera, la crescita di superficie dal nord

Semina su sodo del mais in condizioni limite con Kverneland Optima HD e-drive

Quando si dice che è la seminatrice a fare davvero la differenza, questo è senz’altro vero, in particolare quando si parla

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*