Nuova Pac, taglio del 9,7% ai pagamenti diretti 2014

Nuova Pac, taglio del 9,7% ai pagamenti diretti 2014

I pagamenti diretti 2014 della nuova Pac saranno tagliati del -9,7%. È l’effetto della cosiddetta disciplina finanziaria stabilita dall’Unione europea affinché la spesa rimanga entro i limiti di budget stabiliti per il settennio 2014-2020. Il massimale nazionale per l’Italia, originariamente pari a 4.379.985.000 euro, è stato ridotto a 3.953.394.000, e dunque Agea ha dovuto praticare il taglio indicato.

Per gli importi di pagamenti diretti 2014 inferiori a 2000 euro si applicherà una riduzione solo dell’8,41%.

Per il futuro il budget assegnato all’Italia scenderà progressivamente anno dopo anno, passando a 3.902.039.000 euro nel 2015, a 3.799.540.000 euro nel 2017 e a 3.704.337.000 euro nel 2019-2020. Dunque il valore dei pagamenti, come detto più volte nei nostri precedenti articoli, è destinato a ridimensionarsi: all’agricoltore non rimane che sfruttare tutte le altre possibilità di intercettare aiuti attraverso il greening e soprattutto i nuovi PSR, che saranno varati nell’aprile 2015.

  • Per due esempi pratici sul taglio dei pagamenti diretti, clicca qui.
  • Per ulteriori approfondimenti, visita la sezione “PAC 2014-2020“: clicca qui.

 

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Related Articles

Pac, come si può inserire l’agromeccanico tra le attività agricole

«Gli agromeccanici non devono essere sopportati, bensì supportati. Svolgiamo un ruolo chiave per l’agricoltura innovativa e di qualità, quindi è

Agricoltori piccoli e soli, non c’è più futuro. Ecco i vantaggi delle reti d’impresa

«Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere». Conosciamo tutti questo antico proverbio che, purtroppo, da

Petrini denuncia il ”veleno nascosto nella terra”, ma gli agricoltori hanno già voltato pagina

Come succede da decenni sui quotidiani e sulle reti televisive, anche coloro che dovrebbero conoscere un po’ di più gli

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment