Nuova Pac, taglio del 9,7% ai pagamenti diretti 2014

Nuova Pac, taglio del 9,7% ai pagamenti diretti 2014

I pagamenti diretti 2014 della nuova Pac saranno tagliati del -9,7%. È l’effetto della cosiddetta disciplina finanziaria stabilita dall’Unione europea affinché la spesa rimanga entro i limiti di budget stabiliti per il settennio 2014-2020. Il massimale nazionale per l’Italia, originariamente pari a 4.379.985.000 euro, è stato ridotto a 3.953.394.000, e dunque Agea ha dovuto praticare il taglio indicato.

Per gli importi di pagamenti diretti 2014 inferiori a 2000 euro si applicherà una riduzione solo dell’8,41%.

Per il futuro il budget assegnato all’Italia scenderà progressivamente anno dopo anno, passando a 3.902.039.000 euro nel 2015, a 3.799.540.000 euro nel 2017 e a 3.704.337.000 euro nel 2019-2020. Dunque il valore dei pagamenti, come detto più volte nei nostri precedenti articoli, è destinato a ridimensionarsi: all’agricoltore non rimane che sfruttare tutte le altre possibilità di intercettare aiuti attraverso il greening e soprattutto i nuovi PSR, che saranno varati nell’aprile 2015.

  • Per due esempi pratici sul taglio dei pagamenti diretti, clicca qui.
  • Per ulteriori approfondimenti, visita la sezione “PAC 2014-2020“: clicca qui.

 

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

Incentivi per gli investimenti delle aziende agricole: il bando 4.1.01 dei PSR Lombardia

Mancano ancora due settimane per il bando 4.1.01 dei PSR Lombardia che incentiva gli investimenti delle aziende agricole della Regione

Nuova Pac, il “voucher smart” finanzia agricoltori e contoterzisti che scelgono la precisione

Siamo tutti d’accordo sul fatto che le nuove tecnologie digitali e l’agricoltura di precisione ci fanno risparmiare tempo, limitano le

PSR Lombardia: perché e come sostengono le lavorazioni conservative

Dopo anni e anni di dibattiti tecnici, e soprattutto grazie ai tanti agricoltori innovatori che hanno abbandonato le lavorazioni tradizionali

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*