Roberto Bartolini15 Marzo 20234min133334

Nuovi agricoltori, i requisiti per accedere alla Pac 2023-2027

nuovo-agricoltore-pac

I “nuovi agricoltori” hanno il diritto a ricevere i titoli Pac provenienti dalla riserva nazionale solo a patto che siano in possesso di specifici requisiti. Andiamo a illustrarli qui di seguito.

Inizio attività ed età

È considerato nuovo agricoltore chi:

  • inizia l’attività agricola in qualità di capo azienda nell’anno civile 2021, o in qualsiasi anno successivo, e che presenta domanda nell’ambito del regime di pagamento di base di cui al regolamento UE n. 1307/2013 o del sostegno al reddito di base per la sostenibilità di cui al regolamento UE 2021/2115 non oltre due anni dopo l’anno civile nel quale ha iniziato a esercitare l’attività agricola;
  • ha un’età compresa tra 41 anni e 60 anni compiuti nell’anno della presentazione della domanda di cui sopra. In caso di domanda presentata da una persona giuridica, l’età è riferita al rappresentante legale che sottoscrive la medesima domanda.

Titoli di studio o corsi di formazione

Il “nuovo agricoltore” deve essere in possesso di adeguati requisiti di istruzione e competenza, riferiti alla persona fisica in caso di impresa individuale, o al rappresentante legale che sottoscrive la domanda in caso di società, attestati dal possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio-esperienza lavorativa:

  • titolo universitario a indirizzo agricolo, forestale, veterinario, o titolo di scuola secondaria di secondo grado a indirizzo agricolo, ed equipollenti;
  • titolo di scuola secondaria di secondo grado non agricolo e attestato di frequenza ad almeno un corso di formazione di almeno 150 ore, con superamento dell’esame finale su tematiche riferibili al settore agroalimentare, ambientale o della dimensione sociale, tenuto da enti accreditati dalle Regioni o Province autonome;
  • titolo di scuola secondaria di primo grado accompagnato da esperienza lavorativa di almeno tre anni nel settore agricolo, documentata dall’iscrizione al relativo regime previdenziale agricolo per almeno 104 giornate/anno.

Quando si deve iniziare l’attività

Per l’inizio dell’attività agricola, si considera la data del primo dei seguenti eventi:

  • iscrizione del nuovo agricoltore nel registro delle imprese, nella sezione speciale delle imprese agricole (persone fisiche e società), dei piccoli imprenditori o coltivatori diretti;
  • apertura o estensione della partita Iva in campo agricolo (codice ATECO 01);
  • iscrizione all’Inps come coltivatore diretto, imprenditore agricolo professionale, colono o mezzadro;
  • presentazione di una qualsiasi domanda di erogazione di contributi per lo svolgimento di attività agricole indipendentemente dall’esito della stessa (inammissibilità, rigetto o accoglimento) o di presentazione di qualsiasi dichiarazione riferita allo svolgimento dell’attività agricola.

I requisiti richiesti per il nuovo agricoltore devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda per l’assegnazione dei diritti all’aiuto e mantenuti almeno fino al termine dell’anno di domanda. L’assenza anche di uno solo dei requisiti determina l’inammissibilità della domanda. Qualsiasi modifica successiva, anche se con valore retroattivo, che incide sui requisiti di ammissibilità, diretta a sanare mancanze presenti alla data di presentazione della domanda, non produce effetti ai fini dell’assegnazione dei diritti all’aiuto.

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


4 commenti

  • Luca

    15 Marzo 2023 at 3:30 pm

    Io ho un attestato IAP è prenderò il diplama di scuola secondaria di secondo grado a giugno. Non posso fare la domanda per i titoli

    Rispondi

  • Cosimo

    19 Marzo 2023 at 8:32 am

    Salve signor Roberto Bartolini mi chiamo cosimo
    Sono pugliese vorrei un informazione gentilmente ho fatto l’ accesso alla riserva per i titoli PAC come nuovo agricoltore nel 2020 dopo ho comprato altri terreni ma senza titolo in che modo potrei ottenere altri titoli c’è un modo come posso fare?in attesa di una sua risposta la ringrazzio

    Rispondi

  • Maria

    7 Aprile 2023 at 9:13 pm

    Salve, vorrei chiedere può esistere in azienda agricola con soli bovini , senza titoli ? O è requisito imprescindibile il possesso di titoli ?
    Inoltre x ogni titolo quanti mar di terreno servono possedere o avere in affitto ?
    Grazie …

    Rispondi

  • Elena

    22 Marzo 2024 at 7:03 pm

    Salve ..io vorrei fare il corso IAP , ho come titolo di studio la licenza media , vorrei sapere sé col corso iap di 150 ore e con la licenza media posso ottenere i titoli Pac.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati


Chi siamo

Nato nel 2014, Il Nuovo Agricoltore è un portale informativo dedicato all’agricoltura, con un occhio di riguardo alle innovazioni tecnologiche. Il progetto è sviluppato da Kverneland Group Italia.


CONTATTACI