Offerta Botte Kverneland

Pac, i piccoli agricoltori non possono trasferire i titoli: ecco come risolvere il problema

Pac, i piccoli agricoltori non possono trasferire i titoli: ecco come risolvere il problema

Chi aderisce al regime dei “piccoli agricoltori” non può trasferire i propri titoli Pac, a eccezione della successione effettiva o anticipata.

La cessione dei titoli è possibile solo se l’agricoltore prima recede dal regime “piccoli agricoltori” con una specifica domanda di recesso da presentare ad Agea o all’Organismo pagatore. Dopo che è avvenuto il recesso, i titoli possono essere trasferiti con un atto scritto di vendita dei titoli senza terra, che deve essere opportunamente registrato. Poi l’agricoltore si reca al Caa, che a sua volta comunica il trasferimento dei titoli ad Agea.

È chiaro che per il trasferimento occorre verificare che chi li riceve abbia il requisito di “agricoltore attivo”.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
titoli pac

Articoli correlati

Grano duro, agricoltori contro industriali: è ora di finirla (e di cominciare a collaborare)

Queste sono le parole conclusive di Angelo Frascarelli nel suo ottimo intervento pubblicato di recente sull’Informatore Agrario, che ha fatto

Olio d’oliva: dal 1° luglio 2016 nuove regole e sanzioni per l’etichettatura e la vendita

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 16 giugno 2016 il decreto legislativo n.103/2016, che riporta tutte le nuove norme

Agricoltura biologica, un boom che non si ferma. E che deve coinvolgere anche i seminativi

Produciamo quello che chiede il mercato e avremo più soddisfazioni economiche. La regola è universale, ma non sempre l’agricoltore riesce a

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*