DEKALB Smart Planting

Pac: un giovane in azienda dal 2019 può fare domanda alla riserva nazionale nel 2020?

Pac: un giovane in azienda dal 2019 può fare domanda alla riserva nazionale nel 2020?

Alcuni giovani agricoltori che si sono insediati in azienda nel 2019 e hanno fatto solo la domanda unica, ci chiedono se possono presentare la domanda di accesso alla riserva nazionale nel 2020 oppure se ci sono dei vincoli temporali.

La normativa prevede che questi giovani agricoltori possono presentare la domanda di accesso alla riserva nazionale dei titoli nel 2020 con la “Fattispecie A – Giovane agricoltore”.

Ricordiamo che il giovane agricoltore deve avere età inferiore ai 40 anni nell’anno di presentazione di accesso alla riserva nazionale, cioè nel presente anno 2020, e che e che deve essersi insediato per la prima volta come capo azienda oppure nei cinque anni che precedono la presentazione della domanda di accesso.

La domanda alla riserva nazionale si può presentare una sola volta. Se l’agricoltore non detiene titoli Pac, ne riceverà un numero pari al numero di ettari ammissibili che detiene il 15 maggio 2020, quindi su tutta la terra che coltiva in proprietà on in affitto. Il valore dei titoli sarà circa di 216 euro/ha.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
giovani agricoltoripac 2020riserva nazionale

Articoli correlati

Fondo grano duro: ecco come funziona il contratto di filiera triennale del Mipaaf

Alcuni giorni fa abbiamo anticipato le linee generali del decreto in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, che prevede aiuti

Cari burocrati, sosteniamo gli investimenti per la raccolta e distribuzione dell’acqua

Ce ne si accorge, e quindi se ne parla (spesso anche a sproposito), solo quando c’è l’emergenza. E così in

Stop al glifosate: alcune regioni varano delibere e mozioni, ma sono frutto di ignoranza

L’Italia ancora una volta è il paese degli assurdi paradossi. Importiamo almeno il 40% del grano che ci occorre per mangiare,

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*