Kverneland @ Eima 2018

Sono un agricoltore e oggi vendo il mio terreno. Chi incassa la Pac 2017?

Sono un agricoltore e oggi vendo il mio terreno. Chi incassa la Pac 2017?

Sull’incasso dei pagamenti Pac le casistiche sono numerose e sempre fonte di dubbi per gli agricoltori, e per questo vale la pena, ogni tanto, riportare degli esempi specifici che possono essere utili ai nostri lettori.

Per esempio: l’agricoltore A vende terra e titoli all’agricoltore B il 15 marzo 2017. A chi spettano i pagamenti diretti?

In questo caso i pagamenti diretti 2016 spettano all’agricoltore A, in quanto era in possesso dei terreni alla data del 15 maggio 2016. Invece, i pagamenti diretti 2017  spettano all’acquirente, cioè l’agricoltore B, in quanto in possesso dei terreni al 15 maggio 2017.

Ricordiamo infatti che per ricevere i pagamenti diretti l’agricoltore deve essere in possesso dei titoli all’aiuto e li dovrà abbinare annualmente a un ettaro di superficie ammissibile: seminativi, colture permanenti, prati e pascoli permanenti. I titoli generano un pagamento sulla base del possesso del terreno il giorno 15 maggio di ogni anno e sulla base della “Domanda unica di pagamento” che va presentata entro il 15 maggio di ogni anno.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Articoli correlati

Aiuto di 200 euro/ha per grano duro in filiera: la tipologia del contratto e gli obblighi dell’agricoltore

Alcuni lettori ci hanno chiesto ulteriori chiarimenti sul decreto “Fondo grano duro”, che stanzia 10 milioni di euro per i

Agricoltura, come giudicare con obiettività gli investimenti innovativi

L’innovazione è al centro di tutta la politica agricola europea, presente e futura, ed è la principale destinataria delle maggior

Ecco perché i prossimi cinque anni sono decisivi per la sopravvivenza delle aziende agricole

L’Europa ci ha messo cinque anni per delineare le linee di sviluppo per l’agricoltura nei prossimi cinque anni, ma gran parte di

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*