Campagna finanziaria Young 140

Agricoltura: le colture di copertura per apportare azoto, aumentare la sostanza organica e combattere i parassiti

Agricoltura: le colture di copertura per apportare azoto, aumentare la sostanza organica e combattere i parassiti

Erosione e ruscellamento, scarsità di sostanza organica, destrutturazione degli aggregati, perdita di produttività sono i mali più comuni dei nostri terreni agricoli, che in questi ultimi anni hanno trovato una cura efficace con l’uso delle colture di copertura, dette anche “cover crops” (leggi anche:Cosa sono le cover crops: conosciamo queste colture così benefiche per il suolo“).

Ne hanno parlato di recente Guido Pignata e Diego Fior di “Padana Sementi Elette“, nel corso del convegno annuale organizzato a Montichiari da Condifesa Lombardia Nord Est, struttura tecnica molto impegnata anche in questo settore con una serie di prove sperimentali e di campi dimostrativi che ogni anno vengono visitati da centinaia di agricoltori.

Tre azioni importanti di sostenibilità ambientale con le colture di copertura

La copertura vegetale “a perdere” svolge alcune funzioni molto importanti:

1) Arricchimento di azoto con colture di leguminose, grazie alla simbiosi radicale con i batteri azotofissatori che convertono l’azoto atmosferico in azoto organico arricchendone il terreno in forma stabile. La biomassa prodotta ha un basso rapporto C/N e si degrada rapidamente nel terreno.
Colture: Trifoglio incarnato, Trifoglio alessandrino, Lupino, Veccia comune e villosa, Favino, Vigna Cinese, Nitrofert.

Trifoglio incarnato in risaia.

Nitrofert in risaia.

2) Attività biocida contro i nematodi e i funghi del suolo. In questo caso va individuato precisamente il patogeno da combattere per definire la coltura da seminare. La scelta mirata di varietà e miscugli è cruciale, in quanto ciascuna di essi è selezionato per controllare specifici nematodi.
Colture: Rafano nematocida, Senape, Rucola nematocida e miscuglio Nematox.

Biofum in risaia. La sua trinciatura provoca la liberazione nel terreno di sostanze attive che hanno effetti fumiganti comparabili con quelli dei prodotti chimici usati per le biofumigazioni.

Senape Attak.

3) Incremento dell’humus stabile e miglioramento della struttura del terreno. Si tratta di colture con alto contenuto in fibra e un alto rapporto C/N. Le brassicacee, con il loro apparato molto sviluppato e profondo, consentono di incrementare la porosità del suolo e la sua permeabilità ad acqua e aria, con il risultato di una più semplice e frequente trafficabilità delle attrezzature anche in condizioni meteo sfavorevoli.
Colture: Avena Strigosa, Facelia, Colza da foraggio, Structuratur o Tillage Radish, Humusfert, esta-Fertimix.

Tillage Radish o Structuratur.

Il costo del seme e le caratteristiche delle piante

Riportiamo di seguito quattro tabelle con i costi del seme e le indicazioni dei benefici per ciascuna specie.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

Cosa significa non poter usare il mais OGM in Italia

1) Ogni anno importiamo 8 milioni di tonnellate di soia e mais in buona parte OGM, per un costo di

Grano duro e tenero biologici: le varietà più produttive su cui puntare

La sperimentazione varietale nazionale offre indicazioni molto interessanti per le prossime semine di frumento duro e tenero biologici. Riportiamo qui

Mais in Friuli: concimazione, minima lavorazione e semina a dose variabile nell’azienda Pavan

In un precedente articolo abbiamo illustrato come si trasferiscono al terminale installato sul trattore e collegato al satellitare le informazioni

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*