Come concimare un frumento di alta qualità

Come concimare un frumento di alta qualità

La qualità dei frumenti si esprime soprattutto con il tenore proteico, e per ottenere il giusto accumulo di proteine nobili occorre disporre della giusta quantità di azoto nel periodo compreso tra la fioritura e la fine della maturazione della granella.

Concime fogliare alla spigatura

Per puntare a granella di pregio è buona norma distribuire un concime fogliare alla spigatura con un apporto di unità di azoto pari a circa 1/8 del totale di azoto granulare previsto per la coltura. Si otterrà un aumento dell’intensità di verde alla maturazione lattea, che ritarda la senescenza della foglia a bandiera che concorre per un buon 50% ad accumulare sostanza nobili nelle granelle.

Il concime fogliare aumenta il peso elettrolitico, l’hardness, il contenuto proteico e anche la “forza” delle farine. La distribuzione del concime fogliare può essere associata al trattamento fungicida per il controllo della fusariosi della spiga, fondamentale per non portare a casa granella contaminata da micotossine, e così facendo non si aggiunge un costo di distribuzione.

Distribuzione tardiva

La distribuzione tardiva alla botticella o a inizio spigatura di un concime granulare azotato aumenta in maniera marcata la qualità sia del frumento panificabile, sia di quelli di forza e duri, soprattutto nelle annate piovose con lisciviazione dell’azoto e in terreni dove non si effettuano distribuzioni di deiezioni zootecniche.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
concimazionefrumento

Articoli correlati

Grano: quando entrare in campo contro la fusariosi della spiga

La fusariosi del frumento tenero e duro, causata da attacchi fungini favoriti anche da condizioni ambientali particolarmente umide, provoca l’accumulo

Glifosate: ecco le nuove limitazioni all’impiego e l’elenco dei prodotti revocati e fuori commercio

La vicenda glifosate nel pieno solleone di agosto torna a far parlare di sé. Il Ministero della salute ha infatti emanato

Mais, il compromesso per difendersi dalla diabrotica e dalla piralide

Un danno ben evidente all’apparato radicale con allettamenti delle piante e mancata fecondazione della spiga, sono gli effetti procurati dalla

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*