Campagna finanziaria Young 140

Compravendita titoli Pac: come conviene muoversi (anche in vista del 2020)

Compravendita titoli Pac: come conviene muoversi (anche in vista del 2020)

A Bruxelles è già iniziata la discussione politica su come sarà la nuova Pac post 2020 e alcune ipotesi che si profilano sono la riduzione delle spesa per l’agricoltura dal 10 al 30% rispetto al budget attuale e la conferma dei pagamenti diretti, anche se con un livellamento del valore dei titoli. Di fronte a un quadro ancora molto incerto, l’agricoltore spesso si fa alcune domande relativamente a titoli Pac. Eccone un paio delle più frequenti, alle quali cerchiamo di dare risposta con l’intervento dell’agronomo Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia.

Cosa conviene fare con i titoli Pac in eccesso?

«Se l’agricoltore ha la prospettiva di aumentare la superficie aziendale nel giro di uno o al massimo due anni – risponde Frascarelli – conviene mantenere il possesso dei titoli. Se invece l’agricoltore non ha questa prospettiva, c’è convenienza a vendere in maniera da poter capitalizzare il loro valore. Infatti, con l’avvicinarsi del 2020, il sostegno generato dai titoli potrebbe ridursi notevolmente».

Quando conviene acquistare i titoli Pac?

«Oggi c’è la possibilità di abbinare i titoli ai terreni ammissibili per altri tre anni, cioè fino al 2020, e riscuotere il relativo importo. La convenienza all’acquisto va quindi valutata in funzione del costo», sostiene Frascarelli. «Se il prezzo di compravendita dei titoli è pari a 1,0-1,5 del loro valore, l’agricoltore interessato potrebbe avere la convenienza ad acquistarli, poiché la spesa verrebbe ammortizzata nel primo anno, il 2018, o al massimo nei primi due, e poi potrebbe beneficiare anche del pagamento greening».

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
pac 2021-2027titoli pac

Articoli correlati

Grano, basta con il vecchio conto deposito: puntiamo su aggregazione e contratti di filiera

«Il conto deposito non consente alle cooperative e alla altre strutture di stoccaggio di immettere con costanza il prodotto sul

Le azotofissatrici abbinate alle superfici Efa devono compiere il naturale ciclo vegetativo

Oltre al noto divieto di effettuare trattamenti fitosanitari, le colture azotofissatrici che vengono abbinate alle superfici Efa previste dal greening

Agricoltura biologica: finirà la storia che i controllati finanziano i loro controllori?

L’agricoltura biologica cresce perché cresce la domanda dei consumatori, anche se il comparto rappresenterà sempre una nicchia, dal momento che

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*