DEKALB Smart Planting

Domanda Pac: l’erba medica non è più “prato permanente”

Domanda Pac: l’erba medica non è più “prato permanente”

Alcuni agricoltori ci domandano spesso come va considerata l’erba medica ai fini della domanda Pac. Chiariamo questo dubbio una volta per tutte.

A partire dal 2016 l’erba medica, coltivata in purezza o miscelata con altre leguminose, non è più considerata come “prato permanente” ai fini della domanda Pac, ma è una coltura seminativa come tutte le altre comprese nella rotazione aziendale.

Questa norma vale non solo per l’erba medica, ma anche per altre foraggere come trifoglio, sulla, lupinella, eccetera.

A questo punto l’aspetto della durata della coltivazione non si pone più, e quindi l’erba medica si può tenere in campo per 6 o più anni consecutivi e la superficie rimane sempre considerata a seminativo e non a prato.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
domanda Pacerba medica

Articoli correlati

Pac: l’affittuario è obbligato a restituire i nuovi titoli, se il proprietario li richiede?

I vecchi titoli della Pac, come noto, sono scaduti il 31 dicembre scorso e quindi, nel caso in cui fossero

Pac 2018: le principali novità dopo la revisione di medio periodo

È stata approvata la riforma di metà percorso della Pac (ex Omnibus), presentata nei giorni scorsi a Roma dall’europarlamentare Paolo

Vigneti, aboliti i diritti di impianto. Parte la liberalizzazione controllata

Dopo le quote latte e le quote zucchero, dal 31 dicembre scorso in Unione europea è stato abolito anche il

1 commento

Scrivi un commento
  1. Domenicantonio De Masi
    Domenicantonio De Masi 6 Gennaio, 2019, 22:40

    Come viene considerata l’erba medica, nel PSR Regione Campania misura 10.1.2(semina su sodo); se essendo una coltura che dura più anni, riguardo la rotazione. Si può quindi mantenerla più anni, senza incorrere in sanzioni?.La “minima lavorazione”, può essere considerata e poter accedere agli stessi benefici, sempre riguardo la Misura 10.1.2 della semina su sodo.

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*