I titoli Pac sono scomparsi? Ecco come fare una rapida verifica sul sito del Sian

I titoli Pac sono scomparsi? Ecco come fare una rapida verifica sul sito del Sian

Molti agricoltori ci scrivono chiedendo come si può verificare la propria posizione nella banca dati Agea relativa ai titoli Pac.

La situazione titoli si può verificare velocemente attraverso la banca dati del Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale), disponibile sul sito www.sian.it.

Aprendo la pagina si deve guardare in alto a sinistra, selezionando la scritta in neretto “Servizi”. Poi si clicca sulla seconda riga dove è scritto “Consultazione”, e nella nuova pagina che si apre occorre cliccare ancora su “Consultazione pub. Registro Titoli 2015-2020 e esito calcolo”.

A questo punto si apre la pagina di ricerca dove l’agricoltore deve inserire il codice fiscale aziendale. Si apre così una pagina dove sono riportate tutte le informazioni sui titoli sin dalla prima assegnazione, con i dati aggiornati anno per anno.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
Ageacalcolo titoli pactitoli pac

Articoli correlati

Patentino agrofarmaci: cosa succede se il contoterzista acquista al posto dell’agricoltore

Dallo scorso 26 novembre 2015 i rivenditori di agrofarmaci possono vendere questi prodotti solo a chi è abilitato tramite il patentino

Uscita dei bandi PSR nelle regioni del nord: maglia nera al Friuli

Il Sud Italia continua a manifestare un cronico ritardo nell’emanazione dei bandi dei nuovi PSR 2014-2020, mentre il Centro e

Anomalie Pac: altre due assurde testimonianze di agricoltori

La scorsa settimana abbiamo raccontato la tremenda storia di un allevatore che, dopo cinque anni e decine di telefonate, non

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*