Legge di bilancio 2021, per l’agricoltura solo briciole: tutte le misure approvate

Legge di bilancio 2021, per l’agricoltura solo briciole: tutte le misure approvate

Con grande soddisfazione della ministra Teresa Bellanova (beata lei che si accontenta!), la legge di bilancio 2021 ha previsto una serie di interventi per il settore agricolo. Poiché la filosofia adottata anche questa volta dai nostri politici è stata quella di accontentare un po’ tutti con una pioggia di mancette distribuite qua e là, anziché investire soldi sulle reali priorità del paese, anche all’agricoltura è toccata qualche briciola. Di seguito elenchiamo i principali interventi 2021 per il settore agricolo.

Sviluppo della filiera agricola

  • Filiere: istituzione del fondo di 150 milioni di euro per la competitività delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura.
  • Suini: rifinanziamento ed estensione delle finalità del fondo suinicolo. 10 milioni di euro destinati anche al miglioramento delle condizioni di sostenibilità nelle aziende zootecniche, di produzione e trasformazione della carne.
  • Vini: 10 milioni di euro per la misura dello stoccaggio privato di vini doc, docg e igt certificati o atti a divenire tali e detenuti in impianti situati nel territorio nazionale.
  • Enogastronomia: iniziative finalizzate alla valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche, delle produzioni agroalimentari e industriali italiane e della dieta mediterranea e del contrasto al fenomeno dell’Italian sounding. 3 milioni di euro nel triennio 2021-2023.

Infrastrutture e reti irrigue

  • Investimenti infrastrutturali per il rafforzamento del settore, la tutela del suolo, la mitigazione ambientale e il contrasto al dissesto idrogeologico, con 630 milioni nei prossimi sette anni. Si confermano e si rafforzano gli investimenti per le infrastrutture irrigue, l’agricoltura di qualità, il contrasto al dissesto idrogeologico e la tutela di beni non rinnovabili come aria, acqua, suolo.

Sostegno fiscale e contributivo

  • Irpef: esenzione nel 2021 per i redditi dominicali e agrari dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali. 82 milioni di euro per l’esenzione Irpef dei redditi dominicali e agrari dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali.
  • Giovani: esonero contributivo per i giovani coltivatori diretti e imprenditori agricoli. 55 milioni di euro per l’esonero contributivo totale per 24 mesi per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli under 40 che si iscrivono nella previdenza agricola nel 2021.
  • Donne: 15 milioni di euro per la concessione di mutui a tasso zero per iniziative volte allo sviluppo e al consolidamento di aziende agricole condotte da imprenditrici attraverso investimenti nel settore agricolo, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Mutui concessi nel limite di 300 mila euro, della durata massima di 15 anni comprensiva del periodo di preammortamento.
  • Iva: proroga delle agevolazioni Iva per le cessioni di animali vivi, bovini e suini e riduzione Iva al 10% per piatti pronti e pasti cotti. 20 milioni di euro per il 2021.
  • Strade del vino: credito di imposta per le reti di imprese agricole e agroalimentari aderenti alle “Strade del vino”. 15 milioni di euro nel triennio 2021-2023 per la realizzazione di infrastrutture informatiche per commercio elettronico.
  • Imposta di registro: esenzione dal pagamento dell’imposta di registro minima per i terreni agricoli. 1,5 milioni di euro per il 2021 per l’esenzione dell’imposta di registro nella misura fissa di 200 euro agli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni agricoli di valore fino a 5 mila euro

Tutela delle aziende agricole danneggiate da calamità naturali e fitosanitarie

  • Fondo assicurazioni: 60 milioni di euro nel triennio 2021-2023 per il rifinanziamento del Fondo di solidarietà nazionale per interventi assicurativi, al fine di dare continuità agli interventi pubblici sulla spesa assicurativa agricola.
  • Fondo indennizzi: 70 milioni di euro nel 2021 per il rifinanziamento del Fondo di solidarietà nazionale per gli interventi indennizzatori, per il ristoro delle aziende agricole danneggiate da avversità atmosferiche e fitosanitarie.
Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tags assigned to this article:
agricoltura

Related Articles

Cosa prevedono i nuovi PSR per la gestione sostenibile dei fertilizzanti

In alcuni dei nuovi PSR regionali la gestione sostenibile dei fertilizzanti trova riscontro in apposite misure che verranno finanziate all’uscita

L’agricoltura dopo il coronavirus: idee per un piano strategico nazionale

Mentre continuiamo, sbalorditi, a non vedere mai nemmeno un minuto di tv o una riga sui quotidiani nazionali dedicata agli

Si possono abbattere le emissioni dannose e continuare a fare agricoltura di qualità

«L’agricoltura, ridando centralità al suolo, diffondendo la digestione anaerobica, promuovendo la fertilizzazione organica e favorendo l’innovazione tecnologica, è in grado

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment