Roberto Bartolini24 Dicembre 20212min6700

Nuova Pac: sì ai titoli, ma con taglio del 50%. Ancora soldi al biologico

nuova-pac

Il tavolo nazionale di confronto Stato-Regioni ha partorito una bozza del Piano strategico nazionale sulla nuova Pac 2023-2027 che prevede alcune novità molto importanti e, a nostro avviso, alquanto inquietanti:

  • Prelievo di 90 milioni di euro dal massimale dei pagamenti diretti per incentivare l’agricoltura biologica, spostandolo alla dotazione dei Psr.
  • Prelievo di 36,2 milioni di euro verso i Psr per sostenere i giovani agricoltori.
  • 5 ecoschemi: riduzione antibiotici negli allevamenti e pascolo semi-brado, inerbimento colture pluriennali, olivi di rilevanza paesaggistica, sistemi foraggeri estensivi, colture a perdere di interesse mellifero.

Calcolando tutti i prelievi, ad oggi si stima che il valore attuale dei titoli+greening nel 2023 sarà tagliato del 50%. Quindi i titoli non verranno soppressi e riassegnati, ma semplicemente ricalcolati a partire dal 2023. Confermato anche il meccanismo della convergenza interna del valore dei titoli, con tre anni per andare a regime.

La bozza sel Mipaaf dovrà diventare documento definitivo tra pochi giorni per essere inviata a Bruxelles entro il 31 dicembre.

Occorre una mobilitazione del mondo agricolo

Se effettivamente la bozza, come sembra confermato, contiene i punti indicati, riteniamo che occorra una mobilitazione degli agricoltori, dei contoterzisti e delle poche menti pensanti esperte di agricoltura che ci sono rimaste, per far modificare in maniera radicale linee di intervento che non hanno ragione di essere. Inoltre ci auguriamo che Bruxelles, se riceverà la bozza così com’è, metta in campo ogni strumento possibile per farci tornare sulla retta via. Altrimenti saranno guai per tutti.

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati


Chi siamo

Nato nel 2014, Il Nuovo Agricoltore è un portale informativo dedicato all’agricoltura, con un occhio di riguardo alle innovazioni tecnologiche. Il progetto è sviluppato da Kverneland Group Italia.


CONTATTACI