Pac 2017, tutte le novità. La domanda va presentata entro il 15 maggio

Pac 2017, tutte le novità. La domanda va presentata entro il 15 maggio

Come ormai è consuetudine, le regole della Pac sono sempre in movimento e così sarà anche per la Pac 2017, quindi sintetizziamo cosa ci aspetta per il prossimo anno.

Pac 2017: pagamento di base e pagamento greening

Le percentuali del pagamento di base e del pagamento greening per la Pac 2017 sono state modificate da un decreto dell’11 ottobre 2016: il pagamento accoppiato aumenta dall’11 al 12%, mentre il pagamento di base scende dal 58 al 57%. Per il portafogli dell’agricoltore cambia poco, ma ci sarà una notevole complicazione dal momento che tutti i titoli assegnati andranno ricalcolati da Agea facendoli diminuire dell’1%.

Anche il pagamento greening diminuisce dell1%, poiché il suo importo è calcolato come percentuale del 50,12% del valore dei titoli assegnati.

Mancato rispetto del greening: con la Pac 2017 aumentano le sanzioni

Lo abbiamo già indicato in un precedente articolo: dal 2017 il mancato rispetto del greening, oltre a far perdere il pagamento verde, va a intaccare anche gli altri pagamenti con una riduzione del 20% nel 2017 e del 25% nel 2018.

Registro dei prati permanenti

Il Registro dei prati permanenti viene realizzato nel 2017, perché gli Stati devono assicurare che il rapporto tra pascoli e prati permanenti e la superficie agricola totale non diminuisca in misura superiore al 5%. Per gli agricoltori significa che nelle zone ecologicamente sensibili non possono convertire o arare i prati e pascoli permanenti e che nelle altre zone possono convertirli solo dopo autorizzazione di Agea, che rilascia con 30 giorni di silenzio-assenso.

Le modifiche al sostegno accoppiato

Nel settore latte, il sostegno accoppiato del latte bovino passa da 82,7 a 96,7 milioni di euro rispettando i tre parametri di qualità:

  • Tenore in cellule somatiche (per ml) inferiore a 300.000.
  • Tenore in carica batterica a 30° (per ml) inferiore a 40.000.
  • Contenuto di proteina superiore a 3,35%.

Nel caso in cui siano in regola due parametri, il terzo dovrà rispettare i seguenti limiti:

  • Tenore in cellule somatiche inferiore a 400.000.
  • Tenore in carica batterica a 30° inferiore a 100.000.
  • Contenuto in proteina superiore a 3,20%.

I capi allevati in zone montane o appartenenti ai circuiti DOP e IGP e regimi di qualità certificata devono rispondere solo a uno dei tre parametri di qualità e questo porterà a un aumento dei capi ammissibili, in particolare per quelli in montagna.

Vacche nutrici

La novità della Pac 2017 per le vacche nutrici riguarda un aumento di 8 milioni di euro destinati a vacche nutrici in allevamenti non da latte, non iscritte ai libri genealogici o registri anagrafici che partoriscono nell’anno della domanda Pac. La stima è che questo provvedimento riguarderà circa 400 mila capi localizzati soprattutto al Sud.

Premi alla macellazione

La novità riguarda un aumento di 8 milioni di euro di risorse destinate alla macellazione di bovini di età compresa tra 12 e 24 mesi allevati per almeno 12 mesi nelle aziende richiedenti o allevate per almeno 6 mesi e aderenti ai sistemi di qualità o etichettatura e certificazione Igp. I pagamenti stimati saranno di circa 80 euro/capo.

Frumento duro

Anche per il frumento duro ci sarà un aumento delle risorse per 8 milioni di euro e il pagamento passa da 67 a 75 euro/ha.

Cartamo

Per le proteaginose al centro sud che beneficiano di aiuto accoppiato è stato inserito anche il cartamo.

Sostegni accoppiati Pac 2017 per le produzioni vegetali

Frumento duro per il centro sud: 75 euro/ha.
Soia in pianura padana: 55 euro/ha.
Proteaginose al centro Italia: 53 euro/ha.
Leguminose da granella ed erbai di sole leguminose al Sud: 23 euro/ha.
Riso: 100 euro/ha.
Barbabietola da zucchero: 400 euro/ha.
Pomodoro da industria: 165 euro/ha.
Olivo: da 90 a 115 euro/ha a seconda delle aree.
Superfici olivicole che aderiscono a sistemi di qualità: 190 euro/ha.

Soglia minima

Dal 2017 Agea non erogherà aiuti Pac per importi inferiori a 300 euro per azienda.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
pac 2017

Articoli correlati

OGM, prevale il sonno della ragione: via libera solo alle prove in laboratorio

Così scriveva su Repubblica di qualche giorno fa Elena Cattaneo, docente all’Università Statale di Milano e senatrice a vita. Lo

Saldo pagamenti Pac 2015: Agea può aspettare fino al 15 ottobre 2016

Continuano le giuste lamentele degli agricoltori che non hanno ancora ricevuto il saldo della Pac 2015, ma la Commissione Ue

L’importo dei pagamenti accoppiati Pac risulta inferiore alle previsioni: ecco la spiegazione

Dopo la pubblicazione del nostro articolo sull’entità dei pagamenti accoppiati (vedi articolo), molti lettori ci hanno scritto lamentando che gli

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*