Pac: erba medica, trifoglio e tutte le leguminose foraggere possono entrare nel 5% di EFA

Pac: erba medica, trifoglio e tutte le leguminose foraggere possono entrare nel 5% di EFA

Al fine del rispetto delle “Aree di interesse ecologico” (EFA) previsto dalla Pac, le leguminose foraggere come erba medica e trifoglio sono colture azotofissatrici e come tali sono aree di interesse ecologico con un coefficiente di ponderazione pari a 0,7. Cioè se per esempio queste colture, indicate nella domanda Pac, occupano 3,5 ettari, come Efa valgono 2,45 ha (bisogna moltiplicare i 3,5 ha per 0,7).

A questo proposito, è importante un chiarimento sul tema della diversificazione delle colture:

  • Nel 2015 le leguminose foraggere in purezza come erba medica e trifoglio erano considerate dalla legislazione allora vigente come erba o altre piante da foraggio e quindi rispettavano automaticamente la diversificazione anche se l’agricoltore praticava la monocoltura di queste specie.
  • Dal 2016 le leguminose foraggere in purezza non sono più considerate erba o altre piante da foraggio e quindi non rispettano la diversificazione se l’agricoltore le coltiva in monocoltura.
Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tags assigned to this article:
aree interesse ecologiconuova Pacpac 2017

Related Articles

Per il trasferimento dei nuovi titoli Pac c’è tempo solo fino al 15 giugno. Ecco le modalità

La movimentazione dei titoli Pac può avvenire per moltissimi motivi: dalla vendita, all’affitto, al cambiamento da persona fisica a giuridica,

Nuove regole sull’etichettatura della pasta di semola di grano duro: l’origine è obbligatoria

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il tanto discusso decreto sull’etichettatura della pasta di semola di grano duro. Gli obiettivi della

Il nuovo decreto che fissa le regole per l’etichettatura del grano duro vola a Bruxelles

Ve l’avevamo detto, che quest’anno il grano duro va seminato! Chi è ancora indeciso è bene che legga questa notizia.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment