Campagna finanziaria Kverneland

Parte il controllo obbligatorio delle irroratrici utilizzate dai contoterzisti

Parte il controllo obbligatorio delle irroratrici utilizzate dai contoterzisti

Il Piano Agricolo Nazionale (PAN) sull’impiego dei fitofarmaci prevede diversi adempimenti, e tra questi la verifica funzionale delle irroratrici che deve essere effettuata entro il 26 novembre 2014 se le macchine sono utilizzate dai contoterzisti ed entro il 26 novembre 2016 se utilizzate dall’azienda agricola per conto proprio.

Dove fare la verifica

La verifica deve essere effettuata presso i centri autorizzati, e per conoscerli si può consultare il sito www.centriprovairroratrici.unito.it.

Cosa riguarda il controllo

Il controllo riguarda i seguenti elementi:

1) Stato dell’albero cardanico e delle sue protezioni, compresa la cuffia fissa.
2) Pompe e circuiti in pressione.
3) Serbatoio.
4) Premiscelatore ed agitatore del sistema di lavaggio dei contenitori.
5) Manometri con scala pressione.
6) Computer di bordo, se è presente.
7) Condotte e tubazioni.
8) Valvola di non ritorno sulla presa di carico dell’acqua.
9) Filtri e dispositivo lavamani.

Al termine del controllo viene rilasciata la documentazione di collaudo effettuato e sulla macchina viene applicato un contrassegno adesivo con il numero identificativo del centro di controllo e la data.

In alcune regioni è attivo un servizio di controllo mobile effettuato direttamente presso le aziende agricole da una società specializzata che si chiama Sprayprecision (www.sprayprecision.it) e che è abilitata alla verifica funzionale delle irroratrici.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
controllo irroratrici

Articoli correlati

Infestanti, Amaranthus resistente sulla soia: ecco le soluzioni per risolvere il problema

Sono circa 300 mila gli ettari stabili di soia in Italia. La coltura è giustamente al centro della rotazione con

Medica, ecco cosa succede quando non si usano gli erbicidi

D’accordo che anche in campagna non tutte le ciambelle riescono con il buco, ma quando è troppo è troppo! Le

Acquisto fitofarmaci: occorre l’abilitazione, ma due terzi delle aziende agricole non ce l’ha

Chi effettuerà, essendo in perfetta regola con le nuove normative, i prossimi trattamenti con gli agrofarmaci? Dallo scorso 26 novembre

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*