Registrate quattro nuove formulazioni per il diserbo dei cereali in post emergenza

Registrate quattro nuove formulazioni per il diserbo dei cereali in post emergenza

Per il diserbo dei cereali vernini in post emergenza, le soluzioni sono già numerose ma è bene porre attenzione a quattro novità di mercato, recentemente segnalate da Denis Bartolini del settore Ricerca e Sviluppo di Terremerse, che ha svolto già delle prove di campo prima della loro commercializzazione che parte quest’anno.

Topik One di Syngenta

Ottima attività su Alopecurus, Lolium, Poa, Bromus e Avena. Controlla bene le infestanti a foglia larga, come Veronica e Matricaria, il Galium, la Sinapis e altre infestanti annuali. Non completo il controllo di Phalaris, Papavero, e Fumaria.

Il prodotto è in granuli idrodispersibili, utilizzabile su frumento tenero e duro, segale e triticale a partire dalle 3 foglie e sino alla fase di secondo nodo in levata, alla dose di 250 g/ha addizionato a coadiuvante.

Compatibile con solfuniluree e miscele di fluroxipir+clopiralid+MCPA.

Biatholn 4D di Basf Italia

Controlla le più importanti infestanti annuali a foglia larga come Veronica, Papaver, Galium, Matricaria, composite come Sinapis e ombrellifere come Amni majus. Non completa l’azione su Fumaria, Viola e le perenni.

Va applicato a 70 g/ha su frumento tenero e duro, orzo, avena segale e triticale, intervenendo dalle 3 foglie sino all’inizio della botticella.

Ottima miscibilità.

Image Gold di Sumitomo Chemical Italia

Va a colmare il vuoto lasciato dai formulati a base di Ioxinil, non più utilizzabile per mancato rinnovo comunitario.

Controlla Veronica, Stellaria, composite quali Matricaria, Centaurea, Ranunculs, ma anche Fumaria, Vicia, Papaver, crucifere, comprese lepopolazioni resistenti alle solfoniluree. Con applicazioni anticipate, efficace anche contro Galium aparine e Cardo mariano.

Va usato alla dose di 2 l/ha, tra la terza foglia e l’inizio dell’accestimento.

Aliance di Sumitomo Chemical Italia

È un’associazione che risulta efficace in trattamenti molto precoci su frumento tenero duro e orzo, avena e segale per controllare le infestanti annuali. Avendo due diversi meccanismi di azione, si presta a prevenire fenomeni di insorgenza di popolazioni di specie resistenti.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
Basfdiserbo cerealiSumitomo ChemicalSyngenta

Articoli correlati

Parte il controllo obbligatorio delle irroratrici utilizzate dai contoterzisti

Il Piano Agricolo Nazionale (PAN) sull’impiego dei fitofarmaci prevede diversi adempimenti, e tra questi la verifica funzionale delle irroratrici che

Medica, ecco cosa succede quando non si usano gli erbicidi

D’accordo che anche in campagna non tutte le ciambelle riescono con il buco, ma quando è troppo è troppo! Le

Come semplificare e velocizzare il diserbo post-emergenza dei cereali vernini: guida ai prodotti ‘one pass’

Graminacee, dicotiledoni, popolazioni di infestanti resistenti: diventa sempre più complicato combattere con buoni risultati le malerbe sui campi dei cereali

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*