Spandiconcime Kverneland

Braccia, denti, flessibilità sul terreno: i pregi dell’andanatore ideale

Braccia, denti, flessibilità sul terreno: i pregi dell’andanatore ideale

Fare un buon foraggio è un’arte, ma il momento cruciale è quando si deve raccogliere e portare in stalla. È lì che si possono fare danni e rovinare il buon lavoro eseguito in fase di coltivazione.

Fortunatamente, negli ultimi anni la tecnologia di raccolta e di movimentazione del foraggio ha fatto passi da gigante, e oggi ci sono sul mercato attrezzature che permettono di preservare tutta la qualità dei foraggi.

Vediamo quali sono i punti di forza degli andanatori rotativi della serie 9000 di Kverneland, che oggi rappresentano certamente una punta di eccellenza sul mercato.

TerralinkQuattro, la flessibilità totale

Il sistema TerralinkQuattro controlla i rotori in tre dimensioni e permette di adattarsi a qualsiasi condizione di terreno, garantendo a chi lavora elevate velocità di avanzamento anche sui terreni più sconnessi.

La struttura speciale a quattro ruote degli assali aumenta notevolmente la stabilità e l’adattamento della macchina al suolo.

Rispetto ai sistemi ad attacco pivottante in commercio, Terralink offre i seguenti vantaggi:

  1. Manutenzione ridotta
  2. Sistema di sospensione automatico del rotore
  3. Pressione costante per un ottimo bilanciamento
  4. Velocità di lavoro più elevate
I rotori sono completamente flessibili. Ciò significa che l’adattamento al terreno dei denti è straordinario: una qualità che garantisce un trattamento pulito senza che i residui di terreno vadano a finire nell’andana.

I rotori sono completamente flessibili. Ciò significa che l’adattamento al terreno dei denti è straordinario: una qualità che garantisce un trattamento pulito senza che i residui di terreno vadano a finire nell’andana.

Rotore senza manutenzione e braccia speciali

Le versioni Compact degli andanatori Kverneland Taarup sono provvisti di un rotore completamente esente da manutenzione perché immerso in bagno d’olio in una scatola ermetica.

Le braccia portadenti ricurve sono una caratteristica Kverneland e contribuiscono a formare un’andana regolare e omogenea. Inoltre la forma ricurva dei denti impedisce al prodotto di fluire in direzione del rotore, in modo da facilitarne l’espulsione dalla macchina.

Tutte le braccia portadenti possono essere rimosse svitando semplicemente tre viti. La forma arrotondata dei dischi ricurvi consente alle braccia portadenti di espellere il fieno, lasciando un’andana molto uniforme.

Le braccia portadenti Kverneland offrono più spazio per la formazione d’andana.

Le braccia portadenti Kverneland offrono più spazio per la formazione d’andana.

La scatola di trasmissione Compact Line, con lubrificazione permanente dei dischi curvi e controllo del braccio portadenti inclusi.

La scatola di trasmissione Compact Line, con lubrificazione permanente dei dischi curvi e controllo del braccio portadenti.

Ogni braccio può essere smontato e riparato singolarmente.

Ogni braccio può essere smontato e riparato singolarmente.

I denti speciali “DUO”

I denti DUO di Kverneland Taarup hanno un diametro di 9 mm e nella serie Proline arrivano a 10 mm. Sono posizionati due a due su ogni braccio. Con 15 bracci portadenti con 5 denti doppi ciascuno, la produttività di questi andanatori è molto elevata, permettendo di fare molto lavoro in poche ore.

Altra peculiarità è la distanza fra ogni dente DUO, che è minore rispetto a quanto accade negli andanatori presenti sul mercato. Questo fa sì che la precisione in campo sia maggiore, evitando perdite di prodotto.

Denti standard e denti Kverneland Taarup 2.

Denti standard e denti Kverneland Taarup 2.

Breve distanza fra i denti, per una grande precisione e maggiore velocità.

Breve distanza fra i denti, per una grande precisione e maggiore velocità.

La versione VARIO

La versione VARIO degli andanatori Kverneland Taarup 9471 S offre il sistema brevettato SideShift, che permette il controllo elettroidraulico di tutte le funzioni azionando entrambi i rotori posteriore e anteriore dalla cabina del trattore. Così lavorare ai bordi del campo o attorno a un albero non è un problema, perché il trattore si muove a distanza di sicurezza dall’ostacolo.

SideShift a destra – ideale per sorpassare ostacoli come alberi a bordo campo.

SideShift a destra – ideale per sorpassare ostacoli come alberi a bordo campo.

SideShift sulla sinistra - per proteggere il prodotto già andanato.

SideShift sulla sinistra – per proteggere il prodotto già andanato.

L’andana laterale

Il modello 9577 S a doppio rotore ha una larghezza di lavoro di 7,70 metri, e lo spostamento laterale permette di formare un’unica andana da 15 metri.

Il telaio è molto stabile grazie alla posizione ribassata del baricentro della macchina.

L'andanatore Kverneland Taarup 9577 S.

L’andanatore Kverneland Taarup 9577 S.

Larghezza di lavoro fino a 15 metri

Il modello 95150 C permette di lavorare fino a 15 metri di larghezza e i quattro rotori sono montati in modo indipendente per ottenere l’altezza desiderata con controllo idraulico e indipendente della pressione al suolo. Può essere collegato al terminale Isomatch Tellus per controllare dalla cabina le larghezze dell’andana, programmare l’altezza di sollevamento dei rotori e selezionare la posizione di trasporto.

Il terminale IsoMatch Tellus

Il terminale IsoMatch Tellus

Kverneland Italia

Kverneland Italia

Kverneland Group è una multinazionale leader nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione di macchine e servizi per l’agricoltura.


Tag assegnati a questo articolo:
andanatoriforaggioKverneland

Articoli correlati

Allevamenti da latte in crisi di redditività: siamo sicuri che dipenda solo dal prezzo del latte?

Produzione Lorda Vendibile (PLV) per vacca allevata: da 6.591 euro a 3.619 euro. Costo di produzione per 100 litri di

Agricoltura conservativa e zootecnia: come si risolve il problema dei liquami?

Con l’uscita di tutti i PSR regionali, che prevedono nella misura M10 consistenti aiuti a ettaro per coloro che abbandonano

Sei un bravo allevatore? Verificalo con un test di 10 domande

I costi di una stalla da latte sono imputabili per il 50% all’alimentazione. E a parità di spesa, si possono avere

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*