Tag "Kverneland"

Torna alla homepage

Soia: la semina a dose variabile rimette a reddito un terreno abbandonato

«Quegli undici ettari a ridosso di un torrente erano il mio assillo, perché da anni perdevo soldi a coltivarli e addirittura mi mangiavo anche la Pac. Avevo ormai deciso di abbandonare quel terreno, ma quest’anno ho pensato di dargli l’ultima

Leggi tutto

Ottimo strip-till anche con abbondanti residui: il segreto è la perfetta regolazione della macchina

C’è ancora molto scetticismo attorno alla tecnica di minima lavorazione del terreno chiamata strip-till, o “lavorazione a strisce”, con la quale si prepara il terreno solo su quelle porzioni dove passerà la seminatrice lasciando nell’interfila tutti i residui colturali. Questa tecnica

Leggi tutto

Mais da granella con tre sistemi di lavorazione del terreno: al via il secondo anno di Kverneland Academy

Kverneland Group Academy e Università di Perugia mettono sotto la lente dei conti economici il mais da granella, dopo che la stagione 2017/2018 è stata dedicata al frumento foraggero e al mais da insilato. L’attività sperimentale di pieno campo, su

Leggi tutto

70 quintali/ettaro di riso Carnaroli Meracinque: un successo la semina con Geospread e dosi variabili

Nell’azienda Borgo Libero delle cinque sorelle Tovo (ne abbiamo parlato in questo articolo) era cominciata come una vera e propria sfida alla tradizione l’idea di utilizzare lo spandiconcime Kverneland Geospread TL per la semina e la concimazione a dose variabile

Leggi tutto

Bendotti Farm, i primi in Italia a seminare con la nuova combinata Kverneland e-drill compact

I fratelli Giorgio e Lorenzo Bendotti, titolari della Bendotti Farm di Novagli (Brescia), sono i primi agricoltori italiani ad avere acquistato la nuova seminatrice combinata con erpice rotante Kverneland e-drill compact. In attesa di effettuare le semine dei cereali vernini,

Leggi tutto

Mais: con la semina a dose variabile si producono 13 quintali/ettaro in più

124,26 contro 111,20 quintali all’ettaro di granella al 14% di umidità: questo il verdetto della trebbiatura del mais Dekalb DKC 5530 nell’azienda Pavan di Buttrio (Udine), in Friuli, che ha ospitato i campi sperimentali dedicati all’applicazione della minima lavorazione e

Leggi tutto

L’idea: seminare oggi la cover Tillage Radish a 75 cm, per il terreno dove vegeterà il mais 2019

Se si farà il mais 2019 con interfila 75 cm, perché sprecare tanto seme di cover crops su tutta la superficie, quando basta seminarla oggi in autunno alla stessa distanza del mais, cioè proprio a 75 cm? Questa buona idea (e

Leggi tutto

“Sodo e minima lavorazione hanno solo vantaggi: è l’unica strada per essere competitivi”

«Le nuove tecniche di lavorazione del terreno per me hanno solo dei lati positivi – dice oggi Menghini -. L’aratura è la distruzione sistematica della struttura del suolo e della microfauna, oltre a comportare costi ormai insostenibili. Noi applichiamo il

Leggi tutto

Corretta miscelazione delle stoppie e taglio perfetto: l’erpice Qualidisc sui terreni aridi

La corretta miscelazione delle stoppie è una delle principali regole per un’efficace conservazione del terreno e delle sue caratteristiche. Inoltre, consentire ai residui colturali di decomporsi efficacemente permette al seme una germinazione ottimale, con conseguenti aumenti di produzione. La progettazione dell’erpice

Leggi tutto

Il coltivatore Kverneland CLC alla prova dei terreni tenaci e secchi del foggiano

Minima lavorazione del terreno su stoppie di grano appena raccolto nel foggiano: la nuova sfida del coltivatore Kverneland CLC è avvenuta nel corso di una manifestazione in campo organizzata in collaborazione con il concessionario di zona Faretra.com di Foggia. Come si

Leggi tutto