Come seminare le cover crops sulle stoppie in un solo passaggio

Come seminare le cover crops sulle stoppie in un solo passaggio

In un recente articolo abbiamo illustrato le virtù delle cover crops o colture di copertura, indispensabili se si vogliono ottenere i massimi benefici adottando le minime lavorazioni del terreno al posto delle lavorazioni tradizionali. Il sistema di semina più veloce e meno costoso prevede la distribuzione della semente della cover in purezza o di un miscuglio in contemporanea a una minima lavorazione del terreno, per assicurarsi pronte e perfette emergenze già a partire da fine agosto sino alla fine di settembre e oltre.

Il cantiere combinato per un’operazione unica

Il cantiere che sinora ha fornito ottimi risultati agli agricoltori e ai contoterzisti che lo hanno adottato è formato dalla seminatrice Kverneland a-drill con varie tipologie di erpici Kverneland delle serie CLC, CTC e Qualidisc.

La seminatrice a-drill viene montata sugli erpici

La Kverneland a-drill è stata pensata proprio per assicurare la semina delle cover crops durante le operazioni di minima lavorazione ed è disponibile in due modelli che si differenziano dal volume della tramoggia che ospita il seme e dal rendimento: quello da 200 e quello da 500 litri. Entrambi i modelli dispongono di 8 distributori per uno spandimento uniforme del seme su tutta la larghezza di lavoro. L’a-drill è adatta a semi di diverse specie di differente forma, diametro e peso.

Questi i punti di forza della seminatrice Kverneland a-drill:

  • Precisione e rendimento elevato
  • Dose di semina regolabile dalla cabina del trattore, anche durante il lavoro
  • Accesso sicuro per il carico del seme attraverso la piattaforma conforme alle norme CE
  • Due box di controllo (standard e per la regolazione della velocità)
  • Ventole adattabili a tipo di seme, velocità e larghezza di lavoro
  • Rocchetti per tutte le condizioni.

La seminatrice a-drill montata su un modello di CLC Pro Classic che opera direttamente sulle stoppie.

Ai vari modelli di CLC si accompagnano per chiudere il cantiere varie tipologie di rulli con differenti caratteristiche.

La seminatrice a drill può essere accoppiata anche all’erpice CTC.

Oppure all’erpice a dischi Qualidisc.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
cover cropsKverneland

Articoli correlati

Semina e concimazione a dose variabile del mais: prove di confronto

Dopo la grande siccità invernale e di inizio primavera e le piogge battenti dei primi dieci giorni di aprile, finalmente

Soia, attenzione alla scelta del gruppo di maturazione: le varietà precoci producono come le tardive

Di solito l’agricoltore che fa soia punta su varietà appartenenti al gruppo di maturazione 1+ perché dovrebbero massimizzare le rese. Ma

Mais 2016: destinate qualche ettaro dell’azienda per provare i nuovi ibridi emergenti

In agricoltura, innovare significa anche essere finalmente disponibili a fare delle prove con le novità meccaniche, genetiche e chimiche, destinando un po’

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*