Decreto Sostegni bis, un miliardo per l’agricoltura

Decreto Sostegni bis, un miliardo per l’agricoltura

Con la conversione in legge del decreto “Sostegni bis” connesso con l’emergenza del Covid-19, il pacchetto dedicato all’agricoltura si è ulteriormente potenziato. Ecco in sintesi le misure previste con i relativi budget di spesa.

  • Allevatori bovini da carne: 5 milioni di euro
  • Agricoltura biologica: 15 milioni di euro
  • Agrumicoltura: 5 milioni di euro
  • Birre artigianali: 10 milioni di euro (i produttori riceveranno un contributo a fondo perduto pari a 0,23 euro per litro di birra preso in carico nel registro di magazzino dell’anno 2020)
  • Lavoro agricolo: 58,9 milioni di euro. Incentivi ai contratti non superiori ai 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30, sottoscritti con i beneficiari degli ammortizzatori sociali e del reddito di cittadinanza.
  • Iva: aumento al 9,5% della percentuale di compensazione Iva per il 2021 per gli allevamenti zootecnici che commercializzano suini e bovini vivi.
  • Nuova Sabatini: 424 milioni di euro per il rifinanziamento.
  • Fondo solidarietà nazionale: 161 milioni di euro per risarcimento danni da calamità naturali.
  • Barbabietola da zucchero: 25 milioni di euro sulla base delle superfici coltivate nel 2021.
  • Esonero contributi previdenziali e assistenziali: 72,5 milioni di euro a favore delle imprese dei settori agriturismo e vitivinicolo.
  • Garanzie Ismea per anticipo Pac: 80 milioni di euro.
Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tags assigned to this article:
agricoltura

Related Articles

La nuova PAC 2014-2020: tutte le novità e le risposte

Con l’entrata in vigore della nuova PAC 2014-2020, saranno numerose le novità per gli agricoltori italiani. Tra queste, spiccano alcuni

Uso sostenibile dei liquami zootecnici, ci vuole l’attrezzatura giusta

Le accuse alla zootecnia padana della trasmissione Report (vedi articolo) vengono smentite dalle rilevazioni dei particolati PM10 nell’aria, ma anche

Come si determina la ”coltura diversificante” per la domanda Pac

Il regolamento comunitario 639/2014 sancisce che, ai fini dei pagamenti diretti Pac, se in un’azienda agricola ci sono più colture

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment