Offerta Botte Kverneland

Idee vincenti per distribuire il digestato e applicare i concimi liquidi alla semina del mais

Idee vincenti per distribuire il digestato e applicare i concimi liquidi alla semina del mais

Le tecnologie innovative spesso stimolano anche la fantasia degli imprenditori più intraprendenti, che applicano modifiche per adattarle alla loro realtà aziendale.

Coltivatore CLC Evo con distributore digestati Vogelsang

«Gestiamo un impianto di biogas insieme ad altre due aziende – dice Giampiero Aroldi di Agrievo a Casalmaggiore (Cremona) – e abbiamo deciso di sfruttare al meglio il digestato, che si rivela un prezioso fertilizzante, acquistando il Claas Xerion al quale attacchiamo il coltivatore CLC Evo di Kverneland, che prepara i letti di semina al posto della tradizionale aratura, modificato con un trituratore-distributore di digestati Vogelsang. È nato così un cantiere di lavoro molto funzionale, che può distribuire il digestato sia su terreno libero sia su terreno occupato dai cereali vernini e dal mais, facendoci risparmiare la maggior parte del fertilizzante chimico e assicurando ottime rese. Nonostante la sua mole lo Xerion, grazie alla perfetta distribuzione dei pesi e al sistema di ruote disassate e a bassa pressione, non lascia tracce sul terreno anche se è umido».

Seminatrice Optima HD e-drive con botte anteriore per concime liquido

Alla semina del mais di solito si distribuisce un concime granulare con effetto starter, ma si può fare anche in un altro modo. «Abbiamo modificato la nostra seminatrice Optima Hd e-drive di Kverneland dotata di guida satellitare e Isomatch Tellus – spiega Sebastiano Bongiovanni di Agrievo –  per poter distribuire alla semina del mais un concime liquido con azoto, fosforo e amionoacidi che avvolge il seme e ha un effetto notevole sullo sviluppo dell’apparato radicale della pianta, che risulta molto più sviluppato rispetto al mais con concime granulare. Lo scorso anno il risultato è stato un aumento della produzione di mais di oltre il 25%, con un risparmio nel costo rispetto al concime granulare di circa 30 euro/ha. Anteriormente alla seminatrice applichiamo un serbatoio per il liquido che arriva all’elemento di semina con un apposito distributore».

Il coltivatore Kverneland CLC Evo con il trituratore–distributore di digestati Vogelsang.

Il coltivatore Kverneland CLC Evo con il trituratore–distributore di digestati Vogelsang.

Ecco la modifica apportata al coltivatore CLC...

Ecco la modifica apportata al coltivatore CLC…

...con l’aggiunta dell’elemento distributore-interratore di digestato montato dietro l’ancora dell’attrezzatura.

…con l’aggiunta dell’elemento distributore-interratore di digestato montato dietro l’ancora dell’attrezzatura.

La seminatrice Kverneland Optima HD e-drive e il serbatoio anteriore al trattore che contiene il concime liquido con azoto, fosforo e aminoacidi.

La seminatrice Kverneland Optima HD e-drive e il serbatoio anteriore al trattore che contiene il concime liquido con azoto, fosforo e aminoacidi.

Notare il distributore del concime liquido vicino all’elemento di semina per far sì che il concime avvolga completamente il seme che cade nel solco.

Notare il distributore del concime liquido vicino all’elemento di semina per far sì che il concime avvolga completamente il seme che cade nel solco.

Il cantiere di lavoro costituito da Xerion con CLC evo che preparano il letto di semina e distribuiscono il digestato seguiti dalla seminatrice Optima HD e-drive.

Il cantiere di lavoro costituito da Xerion con CLC evo che preparano il letto di semina e distribuiscono il digestato seguiti dalla seminatrice Optima HD e-drive.

Giampiero Aroldi

Giampiero Aroldi

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

Speziali, servizi d’avanguardia anche per l’agroalimentare

Diversificare l’offerta delle attività del contoterzista, mantenendo sempre alto livello di innovazione nella scelta di macchine, attrezzature, impianti e strutture.

Ecco il pioniere di una nuova agricoltura dove i conti tornano

«Quando ho deciso di passare dall’aratura alla minima lavorazione, mi serviva un’attrezzatura che, di fronte a una massa di residui

Salvagnin: “Elettronica, mappe e precisione: così abbiamo aumentato il reddito aziendale”

«Lo stesso discorso vale per il diserbo», prosegue Salvagnin. «Per quello di pre-emergenza del mais, dove c’è prevalenza di sabbia,

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*