Mais, nuovo insetticida contro gli elateridi (anche per l’agricoltura biologica)

Mais, nuovo insetticida contro gli elateridi (anche per l’agricoltura biologica)

Si deve a Corteva l’unica soluzione per combattere gli elateridi del mais, che è registrata anche in regime biologico come insetticida per il terreno. Battezzata Success GR, si tratta di una formulazione granulare a base di spinosad, una molecola di origine naturale derivante dalla fermentazione di un batterio, con un’azione unica larvicida per contatto e ingestione. Il suo effetto abbattente è molto elevato e superiore agli altri prodotti e la sua protezione ha una durata fino a 32 giorni.

Le temperature miti di un inverno che lo è stato solo di nome hanno favorito gli attacchi dei terricoli, quindi il maiscoltore deve prevedere l’applicazione del geoinsetticida contemporaneamente alla semina.

Il mais, soprattutto in corrispondenza di primavere caldo-umide, è molto suscettibile agli attacchi degli insetti terricoli come gli elateridi, detti anche “ferretti”.

L’attività di Success GR viene potenziata quando viene applicato al microgranulatore della seminatrice il diffusore di tipo Qdc-Dxp. Insieme al Success GR vengono fornite le istruzioni per il montaggio e la regolazione del diffusore sulla seminatrice per facilitare le operazioni in campo.

La densità di 3500 granuli per grammo di prodotto è stata studiata da Corteva per assicurare una facile penetrazione del geoinsetticida nel solco di semina e per garantire una copertura ottimale anche in caso di forti piogge.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
Cortevamais

Articoli correlati

Frumento, come gestire la concimazione azotata a seconda della destinazione commerciale della granella

L’azoto, si sa, è indispensabile per il frumento tenero e duro, ma oggi occorre ragionare non più in generale, bensì tenendo

Mais, perché alcuni diserbi di pre-emergenza non hanno funzionato

Il mese di giugno ha portato la pioggia che non era caduta per tutto l’inverno e la primavera e forse

Mais zootecnico, il biocontrollo dell’Aspergillus con il suo nemico naturale

Le aflatossine del mais – ma solo per quello da granella, pastone e insilato destinato all’uso zootecnico – possono essere

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*