Pac: se ho affittato terra e titoli nel 2012, oggi possiedo la terra, ma senza titoli

Pac: se ho affittato terra e titoli nel 2012, oggi possiedo la terra, ma senza titoli

Si tratta di un caso assai frequente e quindi è bene fare un po’ di chiarezza. Se nel 2012 un agricoltore A ha affittato all’agricoltore B venti ettari di terreno agricolo insieme ai titoli, con scadenza del contratto a dicembre 2017, nel 2018 può affittare nuovamente terra e titoli a un altro agricoltore C?

Il 1° gennaio 2015 è entrata in vigore la nuova Pac e tutti i vecchi titoli sono scaduti il 31 dicembre 2014. Dunque, sottolinea l’agronomo Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia, «i vecchi titoli affittati dall’agricoltore A all’agricoltore B non esistono più, quindi l’affittuario B non li può restituire al proprietario A».

Tuttavia la normativa prevede che i nuovi titoli siano assegnati da Agea all’agricoltore che era in possesso della terra nel 2015, sulla base della domanda Pac presentata al 15 giugno 2015. Quindi Agea ha assegnato i nuovi titoli Pac 2015-2020 all’affittuario B.

Se l’affittuario B non vuole restituire i titoli al proprietario A al termine del contratto di affitto a dicembre 2017, ha tutti i diritti per farlo perché non è obbligato da alcuna norma.

Va ribadito ancora una volta che i pagamenti diretti della Pac sono destinati all’agricoltore che svolge l’attività agricola e non ai proprietari dei terreni. L’agricoltore A nel 2018 può tornare ad affittare i suoi 20 ettari a un agricoltore C, ma senza titoli. Se poi questo agricoltore C è per esempio un giovane agricoltore, può richiedere i titoli dalla Riserva Nazionale.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
affitto terreni agricolinuova Pac

Articoli correlati

Ecco le viti che resistono alla peronospora e all’oidio senza usare antiparassitari

Hanno diciotto mesi di vita e sono lì che vegetano dentro barattoli di vetro in condizioni sterili nei laboratori della

20 miliardi di euro per l’agricoltura italiana bloccati dalla burocrazia selvaggia

I PSR 2015-2020 (Piani di Sviluppo Rurale) mettono a disposizione degli agricoltori oltre venti miliardi di euro, ma dopo due anni notiamo

Toscana, uscito il bando PIF che finanzia i progetti integrati di filiera

Una delle novità della politica agricola europea, che ritroviamo nei nuovi Piani di Sviluppo Rurale, è quella di favorire la

1 commento

Scrivi un commento
  1. domenico
    domenico 1 Dicembre, 2018, 15:30

    ha dato in fitto terreno uliveto superficie di circa 2500 mq con inclusa l’ integrazione a un imprenditore agricolo nel 2005 con scadenza 2020 ,l’ affittuario ha unito la superficie del mio terreno ad altri terreni per prendere la nuova integrazione (PAC ) visto che per poter accedere a questa risorsa è richiesto come minimo 5000 mq di terreno agricolo , volevo sapere se alla fine del contratto visto che ho ricevuto in eredità altri terreni agricoli di circa 8000 mq e la PAC spetta a chi coltiva i terreni e sarò io a coltivarli in quanto sono andato in pensione volevo sapere se l’ affittuario a fine contratto è tenuto a restituirmi oltre al terreno anche la quota olio che lui ha aggiunto agli altri terreni di sua proprietà o avuti in fitto. Le sarei grato se mi rispondesse sulla mia e-mail

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*