Premi Pac: come si fa il calcolo dell’età di un giovane agricoltore

Premi Pac: come si fa il calcolo dell’età di un giovane agricoltore

Proviamo a capire cosa succede a un giovane agricoltore che si vuole insediare acquisendo una quota di controllo di una società semplice e che è nato a marzo 1976.

Il soggetto preso come esempio è giovane agricoltore se ha un’età inferiore o uguale a 40 anni compiuti nell’anno di presentazione della domanda Pac. Pertanto nel 2016 un soggetto nato nel 1976 rientra nella definizione di giovane agricoltore.

Poi occorre un secondo requisito, e cioè che il giovane si insedi come capo azienda per la prima volta o che si sia insediato nei cinque anni che precedono la prima presentazione della domanda Pac.

Per quanto riguarda poi l’aspetto societario, Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia sottolinea che Agea ha fissato i requisiti del controllo in base al tipo di società: srl, spa, società cooperativa, società semplice, sas. Una società semplice è “giovane agricoltore” se almeno un socio risponde ai requisiti individuali di “giovane agricoltore” e la società semplice può attingere alla riserva nazionale.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

La medica dal 2016 è considerata seminativo, quindi c’è l’obbligo della diversificazione

È arrivata una bella doccia fredda nel settore dell’agricoltura, soprattutto per l’area del Parmigiano Reggiano ma anche per tutte le

I piccoli agricoltori devono diventare dei piranha per avere un futuro

Il piranha è un predatore e per essere tale deve essere un lavoratore coraggioso, attento e veloce. Proprio come dovrebbe

Pac: approvati tutti i PSR italiani. Ecco i bandi già attivi.

Il 26 maggio 2015 venivano approvati i primi cinque PSR delle regioni Emilia-Romagna, Toscana, Veneto, Umbria e regione autonoma di Bolzano

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*