Saldo pagamenti Pac 2015: Agea può aspettare fino al 15 ottobre 2016

Saldo pagamenti Pac 2015: Agea può aspettare fino al 15 ottobre 2016

Continuano le giuste lamentele degli agricoltori che non hanno ancora ricevuto il saldo della Pac 2015, ma la Commissione Ue ha esteso la data, fissata a suo tempo al 30 giugno 2016, entro la quale Agea DEVE erogare il saldo 2015. E purtroppo i tempi non sono ancora scaduti, anche se la pazienza degli agricoltori è finita da un bel po’ di tempo: la lettera della Commissione sancisce infatti che i pagamenti diretti possono essere erogati dagli Stati membri entro il 15 ottobre 2016.

Questo slittamento riflette le difficoltà ancora irrisolte degli organismi pagatori, che non si sono ancora allineati alle esigenze della nuova Pac.

Le verifiche da fare nel Registro nazionale dei titoli

In ogni caso, tutti coloro che non hanno ancora ricevuto il saldo della Pac 2015, se non l’hanno ancora fatto, debbono verificare nel Registro nazionale dei titoli (www.sian.it) se sono state segnalate anomalie nell’assegnazione dei propri titoli. Nel caso di affitto di superfici, va verificato se i titoli presi in affitto nel 2015 sono stati trasferiti dal proprietario all’affittuario.

Considerando che quest’anno tutti i titoli assegnati lo scorso anno vanno ricalcolati e trasmessi nuovamente alle aziende, ci auguriamo che gli organismi preposti si diano da fare per snellire finalmente le procedure ed evitare che ancora una volta sia sempre e solo l’imprenditore agricolo a rimetterci di tasca propria.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
Ageapac 2015pagamenti pac

Articoli correlati

Per chi vuole provare il sodo e la minima lavorazione, ecco i nuovi PSR che finanziano l’impegno

Questo testo si ritrova scritto così, in quasi tutti i nuovi PSR predisposti dalle regioni italiane nell’ambito della misura M

PSR Veneto 2015-2020: al via il primo bando sulle tecniche agronomiche a basso impatto

Prende il via il primo bando dei Piani di Sviluppo Rurale per la Regione Veneto. La misura in oggetto è

Titoli Pac: cosa succede se un agricoltore prende in affitto un terreno da un vecchio affittuario?

Si tratta di un caso alquanto frequente: alla fine del 2015 un agricoltore ha l’opportunità di prendere in affitto un

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*