Campagna finanziaria Kverneland

Se ho una Pac elevata posso dividere l’azienda agricola?

Se ho una Pac elevata posso dividere l’azienda agricola?

È una tentazione degli agricoltori che hanno grandi aziende e un valore elevato dei pagamenti di base: dividere titoli e terreni su più aziende costituendo delle Srl, affinché il valore dei titoli per singola azienda sia inferiore alle soglie previste per i tagli dei pagamenti diretti.

Ma Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia mette in guardia da questa tentazione: «La divisione dell’azienda e dei titoli è assolutamente vietata – afferma il professore – e nessun beneficio può essere concesso alle persone che hanno messo in atto azioni per eludere il taglio del pagamento di base previsto dalla Pac».

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
nuova Pac

Articoli correlati

Agricoltura: in tre anni di Pac usato solo il 4% delle risorse assegnate all’Italia

Su una dotazione complessiva sino al 2020 di 20,87 miliardi di euro per i 21 Piani di sviluppo rurale regionali e

Agea: pagati 283 milioni di anticipi Pac e già aperta la domanda 2018

È stato effettuato il pagamento della domanda Pac 2017 a circa 60mila agricoltori, per un importo pari a 283 milioni

OGM, prevale il sonno della ragione: via libera solo alle prove in laboratorio

Così scriveva su Repubblica di qualche giorno fa Elena Cattaneo, docente all’Università Statale di Milano e senatrice a vita. Lo

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*