Soia, 100 euro/ettaro se si fa il contratto oltre al premio accoppiato Pac

Soia, 100 euro/ettaro se si fa il contratto oltre al premio accoppiato Pac

Il decreto “Competitività delle filiere” in corso di pubblicazione (vedi notizia), finalmente riconosce l’importanza strategica della coltivazione della soia per il nostro paese, deficitario per oltre il 70% dei suoi fabbisogni per i settori zootecnico e alimentare.

Un nuovo sostegno triennale

Così per i prossimi tre anni (2020, 2021, 2022) tutti gli agricoltori che sottoscriveranno un contratto di coltivazione con la filiera, come avviene da alcuni anni con i contratti per il grano duro, potranno beneficiare di un contributo nazionale fino a 100 euro/ha per un massimo di 50 ettari ad azienda.

La pandemia coronavirus sta sconvolgendo il mondo e anche i mercati delle materie prime: secondo il parere di molti osservatori ed esperti, è opportuno che paesi fortemente sbilanciati sul fronte delle importazioni di prodotti strategici (mais, grano, soia, eccetera) come l’Italia, debbano cambiare in fretta strategia per aumentare le produzioni nazionali.

 

Il prezzo della soia dal 2019 al 2020

In questi giorni il prezzo della soia ha segnato un balzo in avanti dal momento che, rispetto all’aprile 2019 quando il prezzo era di 334 euro/ton, oggi la soia alla Borsa merci di Bologna vale 378 euro/ton, dunque ben al di sopra della soglia dei 340-350 euro/ton che viene considerato lo spartiacque per coprire i costi di produzione correnti. Ma ci sono altri due aspetti che restituiscono alla soia un valore economico da non trascurare.

Soia Italia promuove i contratti di coltivazione con la filiera

Soia Italia, l’associazione no profit nata nel 2014 per sostenere lo sviluppo nel nord Italia della coltivazione sostenibile di soia di qualità e non ogm, promuove contratti di coltivazione con la filiera zootecnica e alimentare che prevedono un premio qualità.

 

I premi qualità sono molto interessanti

Quest’anno la filiera della soia ad alto valore proteico (varietà EM Sole ed EM Fuoco) riconosce un premio all’agricoltore di 5-10 euro/ton, mentre la filiera della soia NAV (alto valore proteico e bassi valori antinutrizionali non termolabili destinata in prevalenza ad allevamenti di polli, suini e pesci) riconosce un premio ancora maggiore che vanno ad aggiungersi ai prezzi correnti di mercato.

La varietà EM Sole per la filiera ad alto valore proteico

Varietà di soia NAV, cioè con alto valore proteico e bassi valori antinutrizionali, destinata ad allevamenti di polli, suini e pesci

 

Il premio accoppiato della Pac

Infine non bisogna dimenticare che la soia gode di un premio accoppiato Pac confermato anche per il 2020. Nel 2019 è stato di 74,18 euro per i primi 5 ettari coltivati, mentre sui restanti è pari al 10% della superficie coltivata.

Soia in primo e in secondo raccolto

Considerando che la soia si può seminare sino alla fine del mese di maggio e che si presta anche per i secondi raccolti, i nostri agricoltori non dovrebbero farsi scappare le opportunità di reddito che la coltura assicura per il 2020. Tenendo conto anche dei non trascurabili vantaggi agronomici che la soia garantisce in rotazione con i cereali, che si traducono in un aumento della fertilità dei terreni e nella più agevole gestione delle erbe infestanti.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
associazione Soia Italiasoia

Articoli correlati

20 miliardi di euro per l’agricoltura italiana bloccati dalla burocrazia selvaggia

I PSR 2015-2020 (Piani di Sviluppo Rurale) mettono a disposizione degli agricoltori oltre venti miliardi di euro, ma dopo due anni notiamo

Grano duro, agricoltori contro industriali: è ora di finirla (e di cominciare a collaborare)

Queste sono le parole conclusive di Angelo Frascarelli nel suo ottimo intervento pubblicato di recente sull’Informatore Agrario, che ha fatto

Premi Pac: come si fa il calcolo dell’età di un giovane agricoltore

Proviamo a capire cosa succede a un giovane agricoltore che si vuole insediare acquisendo una quota di controllo di una

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*