Gianni Sposato31 Agosto 20223min73132

Agricoltura, generatori e gasolio per tagliare la bolletta elettrica

P1030545

In questi giorni, sempre più agricoltori che fanno i conti stanno pensando di tagliare i costi della bolletta elettrica, ormai insostenibili, utilizzando generatori di corrente. L’idea è vincente e portiamo l’esempio di una cooperativa bresciana che essicca 200 mila quintali di mais all’anno e che ha affittato, per uno dei suoi essiccatoi, un generatore da 300 kW al costo di 231 euro al giorno iva compresa, e ora i conti tornano con una diminuzione del costo dell’energia.

Vediamo in dettaglio i conti. In questo momento il costo del gasolio industriale è pari a 1,76 euro al litro iva compresa. Il generatore da 300 kW consuma 1 litro di gasolio industriale per produrre 5 kWh. Quindi, 1 kWh prodotto dal generatore costa 1,76 : 5= 0,35 euro.

A questo costo va aggiunto quello del noleggio. Poiché l’essiccatoio usa il generatore per 12 ore al giorno, un’ora di noleggio costa 19,25 euro (231 euro: 12 ore = 19,25). Ovviamente se lo usasse per più tempo il costo orario del noleggio diminuirebbe.

L’essiccatoio in un’ora consuma 120 kw per abbassare l’umidità di 500 quintali di mais, dal 22% al 14% (umidità con cui commercia il mais). Abbiamo detto che il generatore consuma un litro di gasolio per produrre 5 kWh, quindi per produrre 120 Kw il consumo del gasolio è pari a
120 : 5 = 24 litri, che è il consumo di gasolio dell’essiccatoio per ciascuna ora di esercizio.

Pertanto:

  • 24 litri x 1,76 euro = 42,24 euro (che è il costo per produrre in un’ora i 120 kW).
  • Ai 42,24 euro aggiungiamo il costo del noleggio, pari a 19,25 euro, e otteniamo un costo totale per produrre i 120 kW di 61,49 euro.
  • In questo momento il costo di 1 kWh da Enel è di 0,60 euro iva compresa. Quindi se si utilizzasse l’energia di Enel la spesa sarebbe di
    120 Kw x 0,6 euro = 72 euro.

Certamente questi calcoli vanno rifatti per ogni situazione, tenendo cioè conto della variazione di prezzo della corrente Enel, del costo del gasolio e delle ore di utilizzo del generatore. Questi ragionamenti vogliono solo dimostrare che la necessità stimola a trovare soluzioni alternative.

Gianni Sposato

Gianni Sposato ha svolto per 20 anni attività di agronomo presso la Cooperativa Comab di Montichiari (Brescia). Oggi è consulente agronomico presso alcune aziende agricole.


2 commenti

  • Angelo

    1 Settembre 2022 at 3:16 am

    Buongiorno penso Che le informazioni se conosciute con tempestività sono valide per una agricoltura moderna

    Rispondi

  • Guido

    1 Settembre 2022 at 5:31 pm

    Siete sicuri di poter produrre energia elettrica senza autorizzazione ? Mi sembra che , se siete una linea elettrica non puoi produrre energia senza aura….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati


Chi siamo

Nato nel 2014, Il Nuovo Agricoltore è un portale informativo dedicato all’agricoltura, con un occhio di riguardo alle innovazioni tecnologiche. Il progetto è sviluppato da Kverneland Group Italia.


CONTATTACI