Campagna finanziaria Young 140

Arriva il saldo Pac 2018 (con titoli tagliati del -4,5%)

Arriva il saldo Pac 2018 (con titoli tagliati del -4,5%)

Il saldo Pac 2018 è previsto entro il 30 giugno 2019, insieme a quello dei pagamenti accoppiati, salvo i cronici ritardi ai quali ci hanno abituato Agea e soci.

L’effetto combinato della riduzione di valore dei titoli Pac pari al -2,65% e la riduzione dei pagamenti del -1,85% ha portato a una riduzione totale dei pagamenti Pac 2018 pari al -4,5%. Agea è ricorsa al taglio di tutti i titoli per poter alimentare il plafond della riserva nazionale.

Il valore dei titoli della riserva nazionale

Il valore dei titoli della riserva nazionale per le domande presentate nel 2018 è pari a 216,60 euro/ha. Le risorse della riserva nazionale saranno garantite ai “giovani agricoltori” (fattispecie A), ai “nuovi agricoltori” (fattispecie B) e ai provvedimenti amministrativi e decisioni giudiziarie (fattispecie F).

Per le fattispecie C “abbandono delle terre” e D “compensazione da svantaggi specifici” purtroppo le risorse non bastano, quindi gli agricoltori interessati a queste domande riceveranno l’attribuzione di titoli solo per il 10,42% di quanto richiesto.

Pagamento greening

Il greening viene calcolato come percentuale del valore dei titoli attivati dall’agricoltore applicando il coefficiente 0,5192. Per ottenere l’importo del pagamento greening si deve dunque moltiplicare il valore dei titoli per 0,5192.

Pagamento giovani agricoltori

L’ammontare delle richieste da parte dei giovani agricoltori è stato elevato rispetto al plafond disponibile, quindi il premio al giovane agricoltore per il 2018 subirà una riduzione del 26,9%.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

Agricoltura, le scoperte dell’estate: ci vuole più soia europea e occorre formazione sulla precisione

Sarà il caldo torrido che porta alla scoperta dell’acqua calda..! In effetti le belle scoperte di questa estate 2017 siccitosa sono

Il nuovo decreto che fissa le regole per l’etichettatura del grano duro vola a Bruxelles

Ve l’avevamo detto, che quest’anno il grano duro va seminato! Chi è ancora indeciso è bene che legga questa notizia.

Niente PAC per gli agricoltori con nuove partite IVA

È stata introdotta di recente una modifica sull’agricoltore attivo. La novità riguarda la partita IVA attivata in campo agricolo successivamente alla

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*