Campagna finanziaria Kverneland

Coltivatore CLC Pro, lavoro più efficace grazie alla nuova dischiera

Coltivatore CLC Pro, lavoro più efficace grazie alla nuova dischiera

Coltivatore universale per la minima lavorazione del terreno in presenza di residui colturali di mais, girasole, colza ecc, il coltivatore Kverneland CLC Pro Cut si abbina a trattori con potenza da 90 a 350 HP, ha una profondità di lavoro da 5 a 30 cm ed effettua un taglio verticale del suolo senza rimescolamento della fetta di terreno, quindi in linea con i nuovi obiettivi della Pac 2015-2020.

Due file di denti e la nuova dischiera

Il coltivatore CLC Pro ha due file di denti, distanziati fra loro di 380 mm (340 mm nella versione fold). La luce da terra di 870 mm, combinata a quest’ultima caratteristica dei denti, consente al terreno di fluire agevolmente dopo lo sminuzzamento, onde evitare possibili intasamenti. Ma la novità assoluta di questo modello è la dischiera di taglio frontale FCD, a regolazione continua e idraulica, che permette di lavorare il terreno ancora più efficacemente.

La larghezza di lavoro è compresa fra i 3 e i 3,5 m nella versione rigida, mentre di 4, max. 4.50 m nella versione fold.

La nuova dischiera del coltivatore Kverneland CLC Pro

La nuova dischiera FCD del coltivatore Kverneland CLC Pro

La tecnologia dei denti Kverneland

I 'denti leggeri' di Kverneland.

Più di 20 anni fa Kverneland fu il primo a fornire al mercato il concetto di “dente leggero”. Utilizzando gli stessi processi di trattamento a induzione termica, Kverneland è in grado di fornire undente per coltivatori a “zero manutenzione”. I principali vantaggi della tecnologia dei “denti cavi” sono la flessibilità e la capacità di sopportare le vibrazioni (effetto “martello pneumatico”).

I denti inoltre possono essere protetti da un sistema con bullone di tranciamento o dalla famosa protezione Non-Stop Autoreset con una capacità di rilascio di ben 640 kg.

Il sistema Knock-on per vomeri di aratri

Knock-on è il modo più semplice per sostituire le parti di un coltivatore.

 

Con il sistema Knock-on il vomere può essere utilizzato sia sull’aratro che sul coltivatore.

Knock-on è un sistema brevettato e rappresenta il modo più semplice per sostituire le parti di un coltivatore, sia per adattare la macchina al tipo di lavoro da svolgere sia per rimuovere le parti usurate. Sarà sufficiente un martello e uno scalpello per agganciare o sganciare i vomeri in pochi secondi.

Per cambiare le punte in un coltivatore da 3,0 m con 10 denti serve un minuto e mezzo, mentre per gli imbullonati reversibili sono necessari 20 minuti.

Una vasta gamma di accessori

Grazie a un’ampia gamma di rulli disponibili, fra cui i nuovi rulli Actiflex (diametro 580 mm) e Actipack (diametro 560 mm), nonché a una scelta di accessori come per esempio i denti livellanti, il coltivatore Kverneland CLC Pro Cut può lavorare in tutte le condizioni di terreno con una richiesta di potenza relativamente bassa, lasciando un’ottimale letto di semina “a prova di agenti atmosferici”.

Kverneland Italia

Kverneland Italia

Kverneland Group è una multinazionale leader nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione di macchine e servizi per l’agricoltura.


Tag assegnati a questo articolo:
coltivatoriKverneland

Articoli correlati

Non interriamo i residui colturali: sono una ricchezza per aumentare la fertilità dei suoli

Vi siete mai chiesti perché in tutti i PSR regionali la misura 10, che finanzia minime lavorazioni e semina su

Perché il contoterzista è più vantaggioso rispetto alla meccanizzazione in proprio

Affidarsi a un contoterzista o adoperare la meccanizzazione in proprio? Questo il dilemma di molte imprese agricole italiane. Un dilemma

Mais, un ottimo apparato radicale con la minima lavorazione

Non c’è paragone tra la struttura e l’espansione dell’apparato radicale del mais seminato su minima lavorazione (con il coltivatore CLC

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*