Come aumentare la produttività della terra e del lavoro

Come aumentare la produttività della terra e del lavoro

Nuove conoscenze e stimolo all’innovazione sono le due direttrici guida lungo le quali si muoveranno gli strumenti più importanti dell’Unione europea legati alla nuova Pac: Fondi strutturali, Sviluppo Rurale, Programma ricerca e innovazione. L’obiettivo è aumentare la produttività della terra e del lavoro delle imprese agricole.

Il quadro attuale è il seguente:

Sono 792.265 le aziende agricole professionali.

  • Quelle di capacità economica medio-grande (76.000 con un fatturato tra 100.000 e 500.000 euro) mostrano una produttività della terra e del lavoro superiore del 30 e del 40% rispetto alle aziende medie ( 87.000 con un fatturato tra 50.000 e 100.000 euro).
  • Quelle di capacità economica medio-piccola (fatturato tra 25.000 e 50.000 euro) hanno una produttività della terra simili a quelle medie, ma una produttività del lavoro inferiore del 20%.

Dunque vanno messi in campo interventi mirati e differenziati a seconda delle diverse segmentazioni aziendali, con alcuni punti chiave innovativi comuni come:

  1. Implementazione della tracciabilità delle produzioni.
  2. Sviluppo di percorsi agronomici sostenibili.
  3. Utilizzo agronomico dei residui, scarti, deiezioni, digestati.
  4. Coordinamento con le filiere di trasformazione.
Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
nuova Pac

Articoli correlati

Accordo Mipaaf-Abi-Regioni per agevolare gli investimenti nell’ambito dei PSR

Il Mipaaf, attraverso l’Abi (Associazione bancaria italiana) ha promosso un accordo volontario che le Regioni possono recepire per facilitare l’accesso

I contoterzisti uniscono le forze: un ruolo chiave per l’innovazione e la sostenibilità in agricoltura

Unima e Confai, i due più importanti sistemi organizzati di contoterzisti italiani, si riuniranno in un unico organismo di rappresentanza

L’agricoltura italiana va riorganizzata e modernizzata. Le risorse ci sono, ma nessuno coordina il cambiamento

Queste considerazioni fanno parte di un articolo di Luigi Barbieri, presidente della Federazione nazionale produttori latte bovino di Confagricoltura, comparso

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*