Dal 15 aprile, occhio alla ricognizione preventiva della nuova Pac

Dal 15 aprile, occhio alla ricognizione preventiva della nuova Pac

Dal 15 aprile parte la ricognizione preventiva della nuova Pac da parte di Agea, che ha lo scopo di:

  1. Individuare i potenziali beneficiari della nuova Pac, con pubblicazione dell’elenco nel sito Agea.
  2. Fare la ricognizione delle superfici ammissibili per l’assegnazione dei nuovi titoli individuate dal sistema informativo GIS.

Dunque da domani in avanti gli agricoltori e gli operatori dei CAA dovranno comunicare ad Agea le eventuali modificazioni o trasformazioni aziendali intervenute prima della presentazione della nuova domanda Pac del 15 giugno 2015, come ad esempio successioni, fusioni, scissioni e circostanze eccezionali.

I documenti giustificativi relativi a ciascuno dei casi sopracitati devono essere prodotti dall’agricoltore e registrati nel Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) e inseriti nel fascicolo aziendale. Tutto questo entro il 15 giugno 2015.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
nuova Pacpac 2015

Articoli correlati

Come trasferire titoli Pac tra piccoli agricoltori, velocemente e con poca burocrazia

Molti lettori ci chiedono spesso qual è l’iter procedurale corretto e più agevole per traferire titoli Pac nel 2017, dato che

Cari burocrati, sosteniamo gli investimenti per la raccolta e distribuzione dell’acqua

Ce ne si accorge, e quindi se ne parla (spesso anche a sproposito), solo quando c’è l’emergenza. E così in

Nuova Pac: per i giovani solo poche briciole

La nuova Pac prevede un pagamento specifico per i giovani con l’obiettivo di favorire il ricambio generazionale. I beneficiari sono le

1 commento

Scrivi un commento
  1. SANDRINO
    SANDRINO 15 Apr, 2015, 10:38

    buongiorno, vorrei sapere se è possibile trasferire un titolo senza terra e se è possibile unire piu’ aziende che hanno titoli di valore inferiore a 250 euro?

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*