Kverneland ad Agritechnica

Pac, dal 2018 nuovo regolamento per semplificare il greening

Pac, dal 2018 nuovo regolamento per semplificare il greening

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea è stato pubblicato il regolamento 2017/1155 del 15 febbraio 2017, che modifica in maniera sostanziale alcune regole finora applicate al greening. Vediamo in cosa consistono le semplificazioni.

Terreni a riposo

Sui terreni a riposo utilizzati come EFA deve essere assente qualsiasi produzione agricola. Il periodo in cui è assente la produzione agricola non deve essere inferiore agli 8 mesi nell’anno di domanda.

Elementi caratteristici del paesaggio

Finora c’era tanta incertezza su come considerare gli elementi del paesaggio e molti agricoltori hanno rinunciato al calcolo. Ora, invece, il nuovo regolamento stabilisce che siepi, fasce alberate e alberi in filari siano raggruppati in un unico tipo di elementi caratteristici, mentre prima erano separati.

I gruppi di alberi sono stati raggruppati sotto la voce “boschetto nel campo” e i “bordi di campo” sono stati fusi con le “fasce tampone”.

Dimensione massima degli elementi del paesaggio

Ora per siepi e fasce alberate la dimensione massima può superare 0,3 ettari, anche se poi la superficie che può essere qualificata come elemento caratteristico è calcolata sino a una dimensione massima di 0,3 ha. Lo stesso vale per i “boschetti nel campo” e gli stagni, che possono essere quantificati sino a una dimensione massima di 0,3 ha, mentre prima non venivano considerati se avevano una superficie massima di 0,3 ha.

La “vegetazione ripariale” viene tutta presa in considerazione ai fini del calcolo indipendentemente dalla sua dimensione.

Infine, le fasce tampone e i bordi di campo possono essere qualsiasi fascia tampone e il bordo del campo senza limitazioni. La superficie minima viene unificata a un metro.

Adiacenza ai seminativi

Finora il regolamento consentiva di considerare aree di interesse ecologico gli elementi caratteristici e le fasce tampone adiacenti i seminativi. Le nuove norme consentono ora una maggiore flessibilità: per esempio, un filare adiacente a un bordo campo è considerato EFA anche se non adiacente ai seminativi.

Colture azotofissatrici in miscugli

Le miscele di azotofissatrici e altre piante sono EFA, a patto che le azotofissatrici siano le piante prevalenti nel miscuglio.

Non si possono usare agrofarmaci

Su tutte le EFA è vietato usare agrofarmaci a partire dal 1° gennaio 2018, quindi in pratica la soia sparirà dalle superfici a EFA. Le soluzioni sono due:

  1. Utilizzare la medica, che può essere coltivata senza agrofarmaci.
  2. Utilizzare di più gli elementi caratteristici del paesaggio, di cui l’Italia è ricca e che sino a oggi sono stati poco sfruttati.

La tabella con i fattori di conversione e di ponderazione per il calcolo dell’EFA si trova come allegato II al Regolamento 2017/1155, consultabile cliccando qui.

fonte tabella: Terra e Vita

si ringrazia Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia per l’aiuto nella redazione di questo articolo.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all’Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
greeningpac 2018

Articoli correlati

Norme incerte e inefficienza informatica di Agea: tre esempi che penalizzano gli agricoltori

Gli agricoltori italiani sono ormai ben consapevoli che devono garantire, oltre ai prodotti che ci servono per vivere, anche alcuni

Pac, nel 2017 cambiano le sanzioni per gli agricoltori che non rispettano le regole del greening

Il pagamento greening della Pac presuppone, da parte dell’agricoltore, il rispetto di tre impegni: La diversificazione colturale. Il mantenimento dei

Agricoltori, armatevi di cordella e calcolatrice

Il Pan (Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile degli agrofarmaci) e la nuova Pac non finiscono di stupire e,

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*