Pac e accesso alla riserva nazionale titoli 2018: tutte le novità introdotte da quest’anno

Pac e accesso alla riserva nazionale titoli 2018: tutte le novità introdotte da quest’anno

Un decreto ministeriale in corso di emanazione e una circolare di Agea altrettanto imminente dettano le nuove regole per l’accesso alla riserva nazionale dei titoli Pac per il 2018. Le anticipiamo qui di seguito.

Le fattispecie C e D avranno finalmente i titoli dalla riserva

La prima è una novità importante, dal momento che sino a oggi, se il plafond dei contributi non era sufficiente, le domande relative alle fattispecie C (zone montane) e D (zone svantaggiate) non venivano accolte. Da quest’anno invece Agea è autorizzata a tagliare tutti i titoli di tutti gli agricoltori per soddisfare le domande delle fattispecie C e D. Il limite massimo del taglio del valore dei titoli è fissato nella misura dell’1,5%.

Fattispecie C e D: chi ha interesse a presentare la domanda

Gli agricoltori delle zone montane e delle zone svantaggiate hanno convenienza a presentare la domanda titoli Pac se:

  • non possiedono titoli a sufficienza per coprire i loro terreni ammissibili;
  • hanno un valore del titolo Pac inferiore al valore medio nazionale, che per il 2018 è pari a 220 euro/ha.

Secondo Angelo Frascarelli dell’Università di Perugia, massimo esperto di Pac, «le domande di accesso alla riserva nazionale nel 2018 saranno moltissime e quindi saranno soddisfatte solo parzialmente, visto che il taglio del valore dei titoli non potrà superare l’1,5%. Comunque gli agricoltori che non hanno visto soddisfatta la loro richiesta, potranno presentare la stessa domanda alla riserva nazionale anche nel 2019 e 2020».

Giovane agricoltore persona fisica

D’ora in poi il giovane agricoltore come persona fisica deve avere due requisiti:

  1. Si insedia per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda o si è già insediato nei cinque anni precedenti la domanda.
  2. Non ha più di 40 anni, che si considerano compiuti nell’anno di presentazione della domanda e quindi, nel caso, anche successivamente alla data di presentazione della domanda.

La verifica della data di insediamento viene effettuata dalla data di apertura della partita Iva oppure, nel caso di partita Iva già presente ma attiva in ambito diverso da quello agricolo, la data di estensione dell’attività al regime agricolo.

Giovane agricoltore persona giuridica

Nel caso di giovane agricoltore come persona giuridica, la verifica della data di insediamento viene effettuata dalla data dell’atto pubblico con il quale il “giovane” è entrato nella società e tale data va indicata nella domanda unica.

Il giovane deve dimostrare il controllo effettivo e duratura sulla persona giuridica e Agea ha fissato i requisiti del controllo in base al tipo di società, srl, spa, società cooperativa, semplice, sas (vedi circolare Agea ACIU 142.2015, paragrafo 12).

Nuovi agricoltori

La riserva nazionale mette a disposizione titoli anche per il “nuovo agricoltore” che inizia a esercitare attività agricola e che deve presentare la domanda non oltre i due anni dopo l’anno civile nel quale ha iniziato a esercitare attività agricola.

Il “nuovo agricoltore” è persona fisica e giuridica che, nel corso dei cinque anni precedenti l’inizio dell’attività agricola, non ha praticato in nome e per conto proprio alcuna attività agricola né ha esercitato il controllo su una persona giuridica dedita a un’attività agricola.

L’organismo pagatore verifica che il soggetto nei cinque anni precedenti non abbia aperto partita Iva agricola o non si sia mai manifestato alla pubblica amministrazione al fine di ottenere contributi in agricoltura.

Superficie minima un ettaro e limiti di età

La domanda di accesso alla riserva nazionale prevede una superficie minima di un ettaro e possono fare domanda gli agricoltori di età compresa tra 18 e 65 anni. La richiesta di accesso alla riserva nazionale presuppone che l’agricoltore abbia presentato domanda unica di pagamento entro il 15 giugno 2018.

Quante volte è consentito l’accesso?

Per le fattispecie A (giovani agricoltori) e B (nuovi agricoltori) l’accesso alla riserva nazionale è consentito una sola volta, anche nel caso in cui l’agricoltore presenti una richiesta di accesso come persona fisica e una richiesta in qualità di rappresentante di una persona giuridica dedita all’attività agricola.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

I nostri giovani puntano sull’agricoltura: oltre 7000 nuove imprese nate nei primi nove mesi del 2016

Nell’agricoltura italiana c’è chi chiude, ma per fortuna c’è anche chi apre una nuova attività ed è un under 40. Le

I contoterzisti uniscono le forze: un ruolo chiave per l’innovazione e la sostenibilità in agricoltura

Unima e Confai, i due più importanti sistemi organizzati di contoterzisti italiani, si riuniranno in un unico organismo di rappresentanza

Riserva nazionale Pac: quanti titoli spettano al giovane agricoltore che ha fatto domanda nel 2016

I giovani agricoltori che accedono alla Riserva nazionale Pac hanno diritto a ricevere un numero di titoli pari al numero

12 commenti

Scrivi un commento
  1. Giancarlo
    Giancarlo 28 maggio, 2018, 16:02

    Buonasera, sono un giovane agricoltore insediato nel 2017 e possiedo dei titoli storici, avendo altri ettari di terreno senza titoli abbinati posso richiedere l’accesso alla riserva nazionale per tali ettari e l’integrazione dei titoli storici? I miei terreni non sono in zona svantaggiata.

    Rispondi a questo commento
  2. Giovanni
    Giovanni 11 giugno, 2018, 22:53

    Buonasera,

    vorrei sapere se un agricoltore che nel 2017 ha esteso all’attività agricola una partita IVA commercio preesistente e sempre nel 2017 ha presentato domanda di accesso alla Riserva come giovane agricoltore senza ottenere assegnazione dei titoli (stiamo verificando il motivo del diniego), può ripresentare la domanda nel 2018 come nuovo agricoltore (siamo nei due anni dall’estensione all’attività agricola della partita IVA preesistente).
    Grazie.

    Rispondi a questo commento
    • Roberto Bartolini
      Roberto Bartolini Autore 12 giugno, 2018, 15:27

      Gentile lettore,
      La prima cosa da verificare è se lei è effettivamente in possesso di partita Iva agricola codice ATECO 01. Poi a nostro avviso può ripresentare la domanda nel 2018, anche se prima sarebbe opportuno sapere perché non le sono stati assegnati i titoli.
      Cordialità

      Rispondi a questo commento
  3. SALVO
    SALVO 20 settembre, 2018, 22:28

    salve, avrei una domanda da farle: sono un bracciante agricolo, mio padre e un coltivatore diretto in pensione adesso ha aderito al regime dei piccoli agricoltori.. possediamo dei terreni alcuni seminativi e alcuni a pascolo, ho sentito parlare di esonero contributivo a favore dei “nuovi” coltivatori diretti per 3 anni e sconto per 2 e vi vorrei accedere, ce’ un minimo di titoli che bisogna possedere per diventare coltivatore diretto??? e come devo procedere??? attualmente lavoro in un azienda agricola posso fare il passaggio ugualmente ??? a quale spese andrei in contro ??? grazie in anticipo

    Rispondi a questo commento
    • Roberto Bartolini
      Roberto Bartolini Autore 21 settembre, 2018, 13:18

      Le consiglio di leggere attentamente la circolare INPS del 28 febbraio 2018 n. 26, che le fornisce tutti i dettagli e che trova facilmente digitando su Google.

      Rispondi a questo commento
  4. Guendalina
    Guendalina 10 ottobre, 2018, 23:23

    Salve vorrei delle informazioni in merito ai titoli pac.Mi è stato donato un terreno di uliveto di circa 4 ettari nell atto non sono stati aggiunti I titoli in quanto non sapevo che bisognava riportarli.Il patronato mi ha detto che dovrei pagare circa 250 euro per entrarne in possesso .Essendo titoli di mia madre non dovrebbero .passare in automatico con il terreno.Grazie per una sua risposta

    Rispondi a questo commento
    • Roberto Bartolini
      Roberto Bartolini Autore 22 ottobre, 2018, 08:37

      Buongiorno Guendalina. Per poter accedere ai titoli Pac prima di tutto bisogna essere “agricoltore attivo”. In merito ai 250 euro, non siamo in grado di dirle se sono congrui o meno.

      Rispondi a questo commento
  5. Giovanni
    Giovanni 15 ottobre, 2018, 13:27

    Buongiorno,

    descrivo di seguito la mia situazione per chiedere un parere circa la possibilità di richiedere titoli alla Riserva nazionale come nuovo agricoltore.
    Lavoro in banca e sono proprietario per successione di parecchi ettari di terreni che in questi ultimi anni sono stati concessi in affitto, e non ho mai avuto partita IVA né agricola, né in altro campo.
    La mia Banca considera incompatibile una seconda attività, per cui la mia idea è di costituire quale socio unico una Srl Agricola Unipersonale, a cui affittare o dare in comodato i terreni, e di cui nominerei amministratore mio cognato, che ha una partita IVA agricola inattiva da anni, e non presenta domanda PAC da oltre 5 anni.
    Ovviamente faremmo tutto quanto dovuto ai fini INPS.
    La mia domanda è: nell’ipotesi prospettata la Srl agricola di nuova costituzione, che prende in affitto terreni ad ottobre-novembre 2018 terreni, amministrata da un Amministratore Unico che “nei cinque anni precedenti non si sia mai manifestato alla pubblica amministrazione al fine di ottenere contributi in agricoltura” rispetta i parametri indicati per essere considerata “Nuovo agricoltore”? O la esistenza di una Partita IVA (inattiva) in capo all’amministratore può essere di ostacolo?
    Grazie del parere.

    Rispondi a questo commento
  6. raffaella
    raffaella 31 ottobre, 2018, 19:56

    Buona sera, io ad aprile 2019 compio 40 anni, potrei fare la domanda pac anno 2019 facendo la riserva nazionale da giovane agricoltore( è la prima volta che faccio domanda pac)?

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*