Marche: nei nuovi PSR sostegni specifici per i contoterzisti

Marche: nei nuovi PSR sostegni specifici per i contoterzisti

Le Marche, una Regione illuminata che dovrebbe essere presa come esempio da tutte le altre, hanno stabilito che nel prossimo PSR ci sarà un’azione specifica all’interno della misura di finanziamento 6.1 per concedere contributi alle imprese agromeccaniche.

Con l’azione A4 e una specifica sottomisura, ci saranno aiuti per l’acquisto di tecnologie sostenibili innovative volte a razionalizzare l’uso dei mezzi tecnici come:

  1. Tecnologie per analisi qualitativa delle produzioni raccolte, distribuzione a dosi variabili degli agrofarmaci.
  2. Sistemi satellitari di precisione.
  3. Sistemi di lavorazioni conservative del suolo al posto dell’aratura.
  4. Attrezzature capaci di ridurre il consumo energetico.
Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.



Articoli correlati

Le azotofissatrici abbinate alle superfici Efa devono compiere il naturale ciclo vegetativo

Oltre al noto divieto di effettuare trattamenti fitosanitari, le colture azotofissatrici che vengono abbinate alle superfici Efa previste dal greening

Psr, oltre 1 miliardo di euro da spendere entro dicembre

Puntualmente, come ogni autunno che si avvicina, si ripropone l’annosa incapacità italiana a utilizzare i fondi che ci mette a

Come calcolare il costo orario del trattore (che non dipende solo dai cavalli)

Sul Nuovo Agricoltore abbiamo sempre combattuto la scellerata corsa di alcuni agricoltori a cambiare il trattore solo per “farsi belli

1 commento

Scrivi un commento
  1. Salvatore
    Salvatore 15 Febbraio, 2018, 16:02

    Che dire è una cosa molto interessante

    Rispondi a questo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*