Offerta Botte Kverneland

Terreni più fertili, strutturati e sani grazie alle colture di copertura: la nuova linea Viterra

Terreni più fertili, strutturati e sani grazie alle colture di copertura: la nuova linea Viterra

Azione antierosiva sul suolo, contrasto alla lisciviazione degli elementi nutritivi, riduzione delle malerbe, apporto di sostanza organica e nutrienti. Una coltivazione di rafano, per esempio, può apportare anche 140 kg di azoto organico, migliorando decisamente la fertilità del terreno e l’attività microbiologica, mentre l’utilizzo di leguminose aumenta il contenuto di azoto grazie alla fissazione di quello atmosferico. Ma anche un’importante azione strutturante del terreno, sempre più decisiva se si applicano le minime lavorazioni e la semina su sodo.

Queste sono le principali virtù delle cover crops, in italiano “colture di copertura” o da sovescio, che permettono un progressivo e continuo miglioramento dello stato generale di salute del suolo, cioè la premessa indispensabile per ottenere buone rese.

La società CarlaImport (via Porta Adige 36/b, Rovigo – www.carlasementi.it) ha realizzato una nuova serie di miscugli della linea Viterra che comprendono crucifere, leguminose e graminacee. Ognuna di queste specie ha una sua funzione.

Crucifere: sono particolarmente indicate per l’azione ristrutturante del terreno, dovuta all’apparato radicale profondo e fittonante, e per l’elevato contributo di sostanza organica al terreno. Alcune varietà selezionate permettono di contrastare efficacemente le infestazioni di nematodi e funghi patogeni del terreno.

Leguminose: si utilizza il trifoglio, che grazie all’azotofissazione favorisce l’arricchimento di questo elemento nel terreno; inoltre i residui colturali si degradano rapidamente una volta interrati.

Graminacee: rapido accrescimento, abbondante produzione di massa verde, incremento del contenuto in humus dovuto al favorevole rapporto C/N, efficace azione antierosiva grazie all’apparato radicale fascicolato; si prestano alla coltivazione anche in terreni “poveri” e siccitosi.

Intensiv Viterra

  • Costituito da 56% di avena strigosa e da 44% di rafano Defender.
  • Semina: da fine agosto a metà novembre.
  • Dose: 30 kg/ha.

Punti di forza

  1. Sviluppo iniziale veloce, soppressione delle erbe infestanti e ottima penetrazione delle radici nel suolo.
  2. Apporto di sostanza organica, aumento della vitalità e della sanità del terreno.

Caratteristiche

Il rafano Defender svolge un effetto nematocida e biofumigante e interrompe il ciclo delle malattie fungine nei cereali (in particolare quello del mal del piede). Questo si traduce anche in una minore diffusione delle virosi classiche trasmesse da Polymixa graminis.
L’avena strigosa è una specie molto rustica, dotata di una ottimale fibrosità che, unitamente al buon rapporto C/N, aumenta significativamente il contenuto di humus.

Si adatta bene anche alla coltivazione in terreni poco fertili e siccitosi.

Il miscuglio Intensiv.

Semi del miscuglio Intensiv.

Trio Viterra

  • Costituito da 11% di rafano Compass, 36% di trifoglio alessandrino, 53% di facelia angelia.
  • Semina: da metà agosto a metà novembre.
  • Dose: 20 kg/ha.

Punti di forza

  1. Ottima copertura antierosiva durante l’inverno, fino a primavera.
  2. Ottimo effetto pacciamante.
  3. Sviluppo iniziale veloce che permette anche un ottimo sviluppo radicale.
  4. Non permette lo sviluppo di eventuali nematodi.

Caratteristiche

Il rafano nematocida Compass controlla eventuali infestazioni di nematodi del genere Heterodera e struttura efficacemente il terreno con le profonde radici fittonanti.
Il trifoglio alessandrino si adatta bene ai diversi tipi di terreno, è dotato di radice fittonante e, come leguminosa, converte l’azoto atmosferico in azoto organico, arricchendo il terreno di questo fondamentale elemento minerale.
La facelia è la specie rustica per eccellenza.

Nel complesso si tratta di un’ottima catch-crop grazie all’ampio apparato radicale e all’alta capacità competitiva nei confronti delle infestanti. Con inverni particolarmente rigidi dissecca durante la stagione vegetativa.

Il miscuglio Trio.

Semi del miscuglio Trio.

Altre semine

Per semine più anticipate (luglio-settembre) è consigliabile il Viterra Universal Winter, costituito da avena, loglio e facelia.

Per semine da luglio sino a inizio ottobre, invece, meglio orientarsi sul Viterra Schnellgrun (verde veloce), costituito da senape bianca, trifoglio alessandrino e brassica Energy.

Il miscuglio Universal Winter.

Il miscuglio Schnellgrun.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tag assegnati a questo articolo:
Carla Importcover cropsViterra

Articoli correlati

Mais 2016: destinate qualche ettaro dell’azienda per provare i nuovi ibridi emergenti

In agricoltura, innovare significa anche essere finalmente disponibili a fare delle prove con le novità meccaniche, genetiche e chimiche, destinando un po’

Semina dei cereali vernini su sodo: come gestire al meglio il letto di semina col glifosate

La semina dei cereali vernini su terreno sodo deve prevedere una bonifica del terreno dalle infestanti con l’utilizzo del glifosate. Denis

Come coltivare il frumento biologico: dall’apporto di azoto alla difesa da infestanti e attacchi fungini

Quando si vende il prezzo di mercato è più alto di quello convenzionale, ma non c’è dubbio che le rese

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*