Bluleaf, il supporto intelligente per gestire l’irrigazione

Bluleaf, il supporto intelligente per gestire l’irrigazione

Bluleaf® è una soluzione completa e smart pensata per aiutare agricoltori e agronomi digitali a gestire le attività in campo di ogni giorno. Irrigazione, nutrizione e difesa, ma anche registri di campo per la tracciabilità, georeferenziazione dei campi, mappe di vigore e di stress, mappe per la distribuzione del rateo variabile di semi e concimi.

Tra i tanti supporti intelligenti alle decisioni che deve prendere l’imprenditore agricolo ci soffermiamo sull’irrigazione, presentando alcune slides tratte da un recente webinar per fornire un esempio concreto di ciò che può offrire un DSS (“Sistema di supporto alle decisioni”).

Il DSS Bluleaf – Modulo irrigazione misura lo stato idrico delle piante, lo stato idrico del suolo, calcola il bilancio idrico e fornisce il consiglio irriguo.

Il calcolo dell’evotraspirazione giornaliera si basa su stazioni climatiche e su algoritmi che fornisco direttamente sullo smartphone il grafico dei mm/giorno evaporati per il calcolo del fabbisogno idrico della coltura.

Oltre alle stazioni meteo vengono installate delle sonde che comunicano via wireless per monitorare lo stato idrico del suolo.

I vari sistemi di misura dello stato idrico del suolo presentano vantaggi ma anche svantaggi dei quali bisogna tener conto nel corso delle decisioni.

Il sistema Bluleaf tiene conto di specifici parametri colturali per la stima dei fabbisogni idrici delle colture.

Ecco i quattro cardini di cui tiene conto il sistema intelligente. Nella parte sinistra, in alto il clima e sotto il suolo; nlla parte destra, in alto la pianta e sotto il sistema irriguo.

Dal monitoraggio dei quattro cardini e dall’elaborazione intelligente dei dati nasce il consiglio irriguo sotto forma di videate che giungono direttamente sullo smartphone.

Per ulteriori approfondimenti e per conoscere i costi dei vari sistemi collegarsi al sito Bluleaf.it.

Roberto Bartolini

Roberto Bartolini

Laureato in agraria all'Università di Bologna, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato per 35 anni nel Gruppo Edagricole di Bologna, passando dal ruolo di redattore a quello direttore editoriale. Per oltre 15 anni è stato direttore responsabile del settimanale Terra e Vita. Oggi svolge attività di consulenza editoriale e agronomica, occupandosi di seminativi e di innovazione tecnologica.


Tags assigned to this article:
agricoltura di precisione

Related Articles

Dalle mappe del suolo e dalle foto satellitari sappiamo come sta il mais e quando ha bisogno di acqua

Come abbiamo scritto nell’articolo di ieri, nel Progetto agronomico globale di Kverneland Group Italia in collaborazione con Dekalb-Monsanto, realizzato nell’azienda

La semina del frumento Ludwig su aratura e minima con tre livelli di precisione a confronto

I tredici ettari che il progetto Kverneland Group Academy PFE ha dedicato al frumento foraggero vedono l’emergenza del Ludwig, fornito

Cos’è l’Isobus, pietra miliare della precisione in agricoltura

All’inizio del XXI secolo l’Isobus è stato il primo passo verso una rivoluzione nel mondo agricolo. L’obiettivo era quello di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment