Tag "agricoltura conservativa"

Torna alla homepage

Erosione del suolo e ruscellamento a valle: ecco cosa succede quando si ara in collina

Dopo mesi di scarsa piovosità, a novembre si sono succedute violente piogge e anche consistenti nevicate nelle zone collinari e montane del nostro territorio, che hanno messo in evidenza ancora una volta come le lavorazioni tradizionali del terreno (cioè arature

Leggi tutto

Frumento: aratura ed erpicatura contro semina su minima, ecco quanto si risparmia

Su un terreno mediamente argilloso in provincia di Brescia, dove è stato raccolto mais da trinciato, abbiamo messo a confronto due cantieri di lavoro, uno tradizionale e uno innovativo, per la semina del frumento. Riportiamo i dati qui di seguito.

Leggi tutto

”La minima lavorazione è un successo agronomico ed economico”

È curioso e di mentalità aperta, non fa l’agricoltore di professione, ma una volta ereditati dal padre i 40 ettari a Pegognaga (Mantova), si è messo in testa di fare qualcosa di nuovo e di utile all’ambiente e al suo

Leggi tutto

No all’aratro: uno studio europeo dimostra i vantaggi delle nuove lavorazioni

Lo dimostra uno studio promosso dall’Ecaf, la Federazione europea per l’agricoltura conservativa che in Italia è rappresentata da Aigacos: grazie al sodo e alle minime lavorazioni, rispetto all’aratura si ottengono i seguenti vantaggi economici e ambientali: Riduzione dei costi di

Leggi tutto

Agricoltura conservativa: una scelta strategica che ha bisogno di più agronomia, competenza e innovazione

Questo dice il vademecum tecnico del progetto Help Soil, aggiungendo che l’agricoltura conservativa ha bisogno di più agronomia, più riflessione, più competenza tecnica, più innovazione e più osservazione di quella tradizionale, dove ancora si ara e si erpica. Un nuovo

Leggi tutto

L’Europa si accorge che l’agricoltura conservativa è decisiva per mitigare le emissioni di carbonio

Utilizzando l’agricoltura conservativa, in Europa gli agricoltori potrebbero eliminare quasi 200 milioni di tonnellate di CO2 dall’atmosfera, semplicemente cambiando il sistema di lavorazione del terreno e introducendo la rotazione colturale. Il dato, riportato da Green Planner Magazine, è stato recentemente presentato

Leggi tutto

Far vivere il suolo per migliorare l’agricoltura: le conclusioni del progetto ”Help Soil”

È arrivato al traguardo il progetto Life Help Soil, la rete sperimentale che ha interessato cinque regioni della Pianura Padana e venti aziende agricole per dimostrare cosa succede ai suoli e alle produzioni di mais, soia, frumento, orzo, sorgo ed

Leggi tutto

Avvicendamento colture e cover crops in pianura e collina: un successo con l’agricoltura conservativa

Per convincere gli scettici contro l’agricoltura conservativa, non c’è nulla di meglio che riportare dei casi concreti aziendali. Lo ha fatto di recente l’Informatore Agrario con un resoconto che riassumiamo brevemente perché molto utile ed efficace. Piemonte Mattia e Franco

Leggi tutto

PSR: la misura 10 non basta a convincere gli agricoltori a convertirsi a minima lavorazione e sodo

La maggior parte delle regioni italiane ha attivato, alcune con colpevole ritardo, la misura 10 sui “Pagamenti agro-climatico-ambientali” dei Piani di sviluppo rurale (PSR), che sostengono coloro che abbandonano le lavorazioni tradizionali per dedicarsi al sodo e/o alla minima lavorazione.

Leggi tutto

Non interriamo i residui colturali: sono una ricchezza per aumentare la fertilità dei suoli

Vi siete mai chiesti perché in tutti i PSR regionali la misura 10, che finanzia minime lavorazioni e semina su sodo al posto dell’aratura, obbliga l’agricoltore a non asportare i residui colturali dopo che una coltura è stata raccolta? Il

Leggi tutto