Dekalb Italia

Perché il sistema di distribuzione elettrica del seme non è uguale in tutte le seminatrici

Il video che presentiamo qui sopra illustra le particolarità del sistema di semina “e-drive” montato sulle seminatrici Kverneland.

Con l’e-drive, ogni elemento di semina viene azionato individualmente tramite un attuatore elettrico. Tutti i dati vengono immessi e letti tramite il terminale Isomatch Tellus, che comanda ogni funzione della macchina: possono essere variate le distanze di semina in tempo reale su ogni elemento e ogni fila di semina può essere disattivata singolarmente. Inoltre può essere programmata anche la funzione “Tram line”, che permette lo spegnimento automatico di due o più elementi per garantire il passaggio delle irroratrici.

Nel video si vede come il disco di semina ruoti insieme alla distribuzione, che è supportata da cuscinetti sferici che la rendono stabile e consentono una grande regolarità anche ad alte velocità di lavoro. Il selettore dentato superiore calibra il seme sul disco di semina, mentre il selettore inferiore elimina i semi in eccesso e/o eventuali corpi estranei inavvertitamente aspirati. Durante la taratura, tramite una finestrella è possibile controllare visivamente che i dischi di semina vengano caricati correttamente.

Si può capire così come non tutte le seminatrici a distribuzione elettrica sono uguali e permettono la medesima precisione di semina, che è il primo e basilare fattore di successo in campo.

Kverneland Italia

Kverneland Italia

Kverneland Group è una multinazionale leader nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione di macchine e servizi per l’agricoltura.


Tag assegnati a questo articolo:
agricoltura di precisioneKvernelandseminatrici

Articoli correlati

I PSR e la PAC al Sud Italia: Michele Pisante (Università di Teramo)

L’intervento di Michele Pisante (Università di Teramo) al Kverneland Studio’s in occasione dell’EIMA 2014. Argomento: i PSR e la PAC

Cosa significa non poter usare il mais OGM in Italia

1) Ogni anno importiamo 8 milioni di tonnellate di soia e mais in buona parte OGM, per un costo di

Coriandolo da seme, una buona opportunità per una coltura a contratto richiesta dal mercato

Record 2015 per il coriandolo da seme, che ha tagliato il traguardo dei 20 mila ettari in Emilia-Romagna, Marche, Toscana,

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*