Spandiconcime Kverneland

Al via il PAG Kverneland nell’azienda Cavazzini con strip-till, minima e agricoltura di precisione

Al via il PAG Kverneland nell’azienda Cavazzini con strip-till, minima e agricoltura di precisione

Ad Acquafredda, in provincia di Brescia, è stato seminato il nuovo PAG (Progetto Agronomico Globale) 2016 di Kverneland Group Italia – in collaborazione con Dekalb e Agrium – in un appezzamento gestito dall’azienda Cavazzini di Castelgoffredo (Mantova).

Poiché questa attività agronomico-dimostrativa ha tra i suoi obiettivi anche quello di testare le lavorazioni conservative su terreni particolarmente “problematici”, che sono assai frequenti nella realtà italiana, si è scelta una superficie con una notevole abbondanza di erbe infestanti e con evidenti calpestamenti causati da ripetuti passaggi delle botti per la distribuzione del liquame.

 

 

Foto dell'appezzamento prima delle lavorazioni.

Due foto dell’appezzamento prima delle lavorazioni.

Notare la massa rilevante di infestanti molto sviluppate, oltre ai residui colturali di mais.

Notare la massa rilevante di infestanti molto sviluppate, oltre ai residui colturali di mais.

Nel PAG di Cavazzini sono stati seminati due ibridi Dekalb, il DKC 6728 e il DKC 6050, alla densità di 8 piante/mq e solo una parte dell’appezzamento è stata riservata a una prova di semina a dose variabile, con la seminatrice Accord Optima Hd e-drive di Kverneland dotata di sistema satellitare, sulla base delle mappe del suolo eseguite in precedenza.

La concimazione alla semina e in copertura è affidata ai prodotti innovativi a cessione controllata Bluformula di Agrium.

I mais Dekalb

L’ibrido DKC 6728 è un classe 600 dotato di radici molto profonde e ben ancorate al terreno, con un ottimo vigore alla partenza e una notevole tolleranza agli attacchi della piralide. La pianta è di taglia medio-alta, molto rigogliosa e adatta a terreni dotati di buona fertilità.

L’ibrido DKC 6050 è un classe 500 dotato di buona stabilità produttiva, con una spiga molto sana di dimensioni costanti e uniformi e una pianta di taglia media, adatta a tutti i tipi di terreno.

Ecco il seme di mais deposto alla giusta profondità sul terreno preparato dal Kultistrip.

Ecco il seme di mais deposto alla giusta profondità sul terreno preparato dal Kultistrip.

La concimazione con azoto a cessione graduale

Alla semina si è utilizzata la Linea Bluformula localizzata in banda. Bluformula contiene fosforo e potassio completamente solubili, in modo da assicurare alla pianta una pronta partenza ed eventualmente tollerare anche gli stress abiotici. Ma la principale caratteristica di Bluformula è la metilenurea utilizzata come fonte di azoto. Questo azoto non è solubile, ma si rende disponibile gradualmente attraverso una reazione chimico-biologica operata dai microrganismi del terreno: così possiamo localizzare elevati contenuti di azoto vicino al seme con sicurezza. Infatti l’azoto si renderà disponibile lentamente nei successivi 120 cm, accompagnando la pianta e non creando mai fitotossicità.

a destra

A destra la parte di terreno lavorata in minima con il CLC Pro di Kverneland.

Par

Particolare del CLC Pro al lavoro direttamente su residui colturali.

csdc

Il Kultistrip di Kverneland (qui nella versione ancora sperimentale a 4 file, mentre oggi è disponibile a 8 e 12 file), effettua la lavorazione in banda.

 ads

Particolare degli organi di lavoro del Kultistrip

bbr

Nonostante l’abbondanza e la dimensione dei residui, il Kultistrip ha preparato in maniera perfetta la parte di terreno dove poi la seminatrice deporrà il seme di mais.

Il PAG è stato suddiviso in tre parti per mettere a confronto le lavorazioni tradizionali con lo strip-till eseguito con il Kverneland Kultistrip e la minima lavorazione eseguita con il coltivatore Kverneland CLC.

vev

La seminatrice Accord Optima HD e drive, dotata di guida satellitare e Isomath Tellus, semina il mais perfettamente al centro della banda di terreno precedentemente preparata dal Kultistrip.

Lavorazioni e semine sono state effettuate il 5 aprile, facendo seguire un diserbo di pre-emergenza.

Il progetto prevede l’applicazione del sistema Aquatek di Dekalb per individuare i momenti ideali di irrigazione, che verrà effettuata con il rotolone, e alla raccolta la realizzazione delle mappe di produzione attraverso il sistema di Topcon installato sulle mietitrebbie di Cavazzini.

Kverneland Italia

Kverneland Italia

Kverneland Group è una multinazionale leader nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione di macchine e servizi per l’agricoltura.



Articoli correlati

La minima lavorazione parte bene alla Corte Parolara. Ora tocca ai sistemi di precisione

Nessun calo di produzione Quali sono stati i risultati produttivi di quest’anno? «Sui 6,35 ettari dove applichiamo la misura 10

Santini: ”Da quest’anno minima lavorazione e guida satellitare su 550 ettari, ecco i vantaggi”

«Abbiamo deciso di contrastare i bassi prezzi di mercato con un cambio di gestione agronomica dell’azienda, investendo sulle nuove tecnologie.

Il recordman di produzione di mais ha scelto lo spandiconcime che non sbaglia mai

Se è vero che l’azoto, oltre all’acqua, è il più importante fattore per produrre e fare qualità con i cereali,

Nessun commento

Scrivi un commento
Nessun commento Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.*